Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Sbilanciamoci 2013: "Cambiare rotta per uscire dalla crisi"

Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l'ambiente: incontro con Vincenzo Comito, economista e docente di finanza aziendale e con Valeria Bochi, co-presidente della Rete di Economia Etica e Solidale delle Marche

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

"CAMBIARE ROTTA PER USCIRE DALLA CRISI"

Presentazione del Rapporto Sbilanciamoci 2013

Come usare la spesa pubblica per i diritti, la pace, l'ambiente

Incontro con Vincenzo Comito, economista e docente di finanza aziendale

e con Valeria Bochi, co-presidente della Rete di Economia Etica e Solidale delle Marche

Giovedì 21 marzo alle ore 18,00 c/o la Casa delle Culture (ex Mattatoio), Via Valle Miano, 46 Ancona.

E' possibile uscire da questa crisi e farlo salvaguardando i diritti, la pace e l'ambiente?

E' a questa domanda che il Rapporto Sbilanciamoci!, giunto alla sua XIV° edizione, e conosciuto come la Controfinanziaria, vuole dare risposta. E lo fa attraverso 186 pagine di proposte, analisi, soluzioni e idee concrete analizzando criticamente le politiche del governo italiano e di Unione e Commissione europea e formulando ben 94 proposte specifiche e dettagliate (in una "manovra" da 29 miliardi di euro) sia per le entrate e per le uscite, che per le riduzioni della spesa pubblica come gli stanziamenti per la Difesa o le "grandi opere".

La filosofia del Rapporto di quest'anno è opposta a quella delle politiche neoliberiste e di "austerity": per fronteggiare la crisi bisogna investire nel rilancio dell'economia, nella redistribuzione della ricchezza e in un nuovo modello di sviluppo sostenibile e di qualità.

Per Sbilanciamoci! cambiare rotta si può e si deve. Il "cambio di rotta" di Sbilanciamoci! consiste, dunque, nell'uscire dalla crisi in un modo diverso da quello con cui ci si è entrati. Serve un modello di sviluppo in cui, alcune merci, consumi, pratiche economiche siano giustamente condannate alla decrescita (il consumo di suolo, la mobilità privata, la siderurgia inquinante) e altre siano invece destinate a crescere; quelle di un'economia diversa che abbia tre pilastri: la sostenibilità sociale e ambientale; diritti di cittadinanza, del lavoro, del welfare degni di un paese civile; la conoscenza come architrave di un sistema di istruzione e di formazione capace di far crescere il paese con l'innovazione e la qualità.

La campagna Sbilanciamoci! è portata avanti da 51 organizzazioni della società civile italiana per impegnarsi a favore di un'economia di giustizia e di un nuovo modello di sviluppo fondato sui diritti, l'ambiente, la pace. La campagna Sbilanciamoci! parte dal presupposto che è necessario cambiare radicalmente la prospettiva delle politiche pubbliche rovesciando le priorità economiche e sociali, per rimettere al centro i diritti delle persone, di un mondo più solidale e la salvaguardia dell'ambiente anziché le esigenze dell'economia di mercato fondata su privilegi, sprechi, diseguaglianze.

A presentare il Rapporto ad Ancona, invitati da ActionAid, Banca Etica, Mondo Solidale e dalla Rete di Economia Etica e Solidale, saranno due dei co-redattori: il professor Vincenzo Comito, economista e docente di finanza aziendale presso l'Università di Urbino che ha curato in particolare il capitolo sulla politica industriale, le grandi imprese e la Cassa Depositi e Prestiti, e Valeria Bochi, co-presidente della Rete di Economia Etica e Solidale delle Marche che ha curato il capitolo sull'altreconomia.

L'iniziativa si inserisce all'interno del progetto "Cosmoteca - Piattaforma di Cittadinanza Globale" nell'ambito del programma regionale "I giovani c'entrano" co-finanziato dalla Regione Marche, Assessorato alle Politiche Giovanili e dal Dipartimento della gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Per informazioni:

Matteo Graziosi, matteo@mondosolidale.it, tel. 3493221329

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbilanciamoci 2013: "Cambiare rotta per uscire dalla crisi"

AnconaToday è in caricamento