Sabato, 13 Luglio 2024
Economia Osimo

Ecco il bilancio di sostenibilità Astea 2022

Dai risultati economici al rispetto per l’ambiente e la gestione del personale, tutti i numeri

OSIMO – Non solo un rendiconto economico, ma una “favola verde”: con il bilancio di sostenibilità 2022 il Gruppo Astea ha voluto evidenziare il suo impegno green, per il rispetto della Terra e la sostenibilità ambientale, come è stato certificato di recente da uno studio del Financial Times: un riconoscimento che si aggiunge al Premio Industria Felix, che ha distinto il bilancio di ASTEA per la competitività, affidabilità e sostenibilità, ed al premio Smau Marche per il progetto ASTEA “Muse Grids”.

Ha condotto la presentazione il giornalista e conduttore televisivo Paolo Notari. Sono intervenuti Fabio Marchetti, Amministratore Delegato Gruppo Astea, Massimiliano Riderelli Belli, Direttore Generale Gruppo Astea, Gianluca Timpone, divulgatore a Uno Mattina, Giobbe Covatta, comico, attore, scrittore, umorista, commediografo, attivista e Sophia, Intelligenza Artificiale. ASTEA serve quotidianamente un bacino di oltre 100.000 abitanti, gestendo direttamente o tramite società dedicate, il servizio idrico (76milioni di metri cubi di acqua erogati nel 2022), la distribuzione di gas naturale (40,6 milioni di metri cubi di gas distribuiti nel 2022), la distribuzione di energia elettrica (con una rete lunga 1.466 km, 11 in più rispetto al 2021), il servizio igiene urbana (24.5000 tonnellate di rifiuti gestiti) e l’illuminazione pubblica.

Il conto economico del Gruppo vede un volume d’affari salito da 49,18 milioni di euro del 2021 a 53,93 milioni del 2022 con un patrimonio netto di 122milioni di euro (in crescita di oltre 3 milioni di euro rispetto al 2021). Gli investimenti del Gruppo nel 2022 ammontano a 14,04 milioni di euro, in prevalenza per il servizio idrico integrato (5,83 milioni euro) seguito dalla linea ambiente (4 milioni euro), servizio distribuzione elettrica (1,71 milioni euro), produzione di energia e servizio teleriscaldamento (1,13 milioni) e pubblica illuminazione (719mila euro).

Nel 2022 realizzati, nel settore idrico, 1,7 km di nuove tubazioni idriche e sostituiti 11,8 km. Rispetto alla media nazionale di perdite idriche, la rete Astea registra una media inferiore del 10% rispetto alla media nazionale, anche grazie a progetti sperimentali come “Muse Grids” realizzato nei centri storici dei comuni di Osimo e Potenza Picena. Incrementata anche, nel servizio raccolta rifiuti, la percentuale di raccolta differenziata nel Comune di Osimo passa dal 75,5% al 76,6 (miglior comune marchigiano sopra i 30mila abitanti). L’attenzione alla sostenibilità ambientale è confermata dai numeri in crescita del Centro del Riuso di San Biagio, ma anche dalle “casette dell’acqua”, che sono ormai 17 (4 a Osimo, 5 a Loreto, 4 a Recanati, una a Montelupone, Porto Recanati, Potenza Picena e Montecassiano) e che, nel 2022, hanno evitato lo smaltimento di 4,5milioni di bottiglie di plastica da 1,5l. In crescita anche il personale dipendente, il cui numero passa da 243 del 2021 a 246 dipendenti a fine 2022 con ore di corsi di formazione: salite da 1.135 del 2021 a 2.708 del 2022.

“Sono numeri che confermano la nostra attenzione verso cittadini e territorio e che, al contempo, dimostrano quanto la crescita sostenibile sia possibile e conveniente, per la società e per tutta la collettività” commenta l’Amministratore Delegato, Fabio Marchetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il bilancio di sostenibilità Astea 2022
AnconaToday è in caricamento