rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Economia

Tares, emessi gli avvisi di pagamento: queste le agevolazioni concesse

Fiorillo: “Il termine di fine novembre non è perentorio, quindi non saranno applicate le sanzioni ai contribuenti che ottempereranno al pagamento della TARES entro il 10 dicembre”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Sono stati emessi gli avvisi Tares per il pagamento della 2° rata a saldo che è stata calcolata con le tariffe Tares approvate per l’anno 2013 detraendo dal totale annuo quanto già dovuto in acconto e tenendo conto sia della maggiorazione di 30 centesimi al metro quadrato di spettanza dello Stato che delle agevolazioni e riduzioni introdotte dall’Amministrazione comunale in occasione dell’approvazione del bilancio.

AGEVOLAZIONI
Sino ad oggi è stata concessa per le utenze domestiche la riduzione del 30% a 282 contribuenti per le abitazioni tenute a disposizione.
Inoltre, il Comune ha previsto un’agevolazione per i cittadini di età non inferiore ad anni 65 legata al reddito percepito di cui hanno beneficiato 3.358 anziani. In particolare, a 947 casi di unico occupante con reddito non superiore a 10.000 euro e a 280 casi di due occupanti con reddito non superiore a 16.000 euro è stata concessa la riduzione del 60%, mentre a 1.639 casi di unico occupante ed a 492 casi di due occupanti la riduzione del 40%. Per coloro che non abbiano ancora richiesto la suddetta agevolazione, il modello è reperibile presso lo sportello al pubblico di Ancona Entrate sito in via dell’Artigianato 4, o scaricabile dal sito www.anconaentrate.it.

Per le utenze non domestiche è stata concessa a 863 cittadini la riduzione del 30% per locali ed aree scoperte ad uso stagionale o non continuativo. Per poter ottenere la suddetta riduzione occorre allegare in copia alla richiesta di riduzione la licenza o l’autorizzazione e che la stessa preveda un uso stagionale o ricorrente rispettivamente non più di 6 mesi continuativi o 4 giorni per settimana. In assenza di autorizzazione stagionale, l’uso stagionale può essere comprovato in fatto attraverso l’esibizione del registro dei corrispettivi.

E’ stata concessa a 198 contribuenti la riduzione del 10% per aver avviato al recupero rifiuti assimilati tramite soggetti diversi dal gestore del servizio pubblico. È previsto inoltre uno sconto pari a 20 centesimi di euro/Kg di rifiuto assimilato (esclusi gli imballaggi terziari) prodotto dall’attività ed avviato al riciclo-recupero a condizione che il richiedente produca al Comune apposita documentazione probante la tipologia e la quantità di rifiuto assimilato avviato a riciclo-recupero, che risulti dimostrato l’avvio al riciclo-recupero di almeno 1.000 kg all’anno di rifiuti assimilati (imballaggi terziari esclusi) e che il richiedente non goda già della detassazione totale delle superfici di produzione. Il suddetto sconto non potrà in ogni caso essere superiore al 20% del tributo annualmente dovuto. Per poterne usufruire occorre presentare apposito modello ad Ancona Entrate e far pervenire non oltre il 31 gennaio 2014 la documentazione probante la tipologia e la quantità di rifiuto assimilato avviato a recupero (MUD), l’attestazione e fatture rilasciate dal soggetto che effettua l’attività di recupero, copia del registro di carico e scarico e copia dell’autorizzazione ai sensi di legge dell’impianto di recupero.
È stata applicata a 963 cittadini anche una riduzione per gli immobili che distano oltre 500 mt dal più vicino punto di raccolta.

Per maggiori informazioni sulle modalità di presentazione delle suddette richieste di riduzione/agevolazione è possibile consultare il sito di Ancona Entrate www.anconaentrate.it, consultare la Guida Tares 2013 disponibile anche presso le sedi delle Circoscrizioni, chiamare al numero verde 800.551.881 o rivolgersi allo sportello al pubblico di via dell’artigianato, 4.

Si ricorda che i modelli F24 precompilati che sono stati recapitati possono essere pagati presso tutti gli sportelli bancari e presso gli uffici postali senza alcuna commissione a carico dei contribuenti.

“I tempi per l’emissione sono stati più lunghi del previsto soprattutto per le novità normative dell’ultimo minuto (legge di conversione del D.L. 102/2013) – spiega l’assessore alle Finanze Fabio Fiorillo -. Consapevole di tale situazione e per permettere ad Ancona Entrate di dare ai cittadini tutte le informazioni e i chiarimenti circa l'applicazione della nuova imposta, il Comune fa presente che, poiché il termine di fine novembre non è perentorio, non saranno applicate le sanzioni ai contribuenti che ottempereranno al pagamento della TARES entro il 10 dicembre. Ancona Entrate è a disposizione per informazioni e chiarimenti del caso”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tares, emessi gli avvisi di pagamento: queste le agevolazioni concesse

AnconaToday è in caricamento