Mercoledì, 23 Giugno 2021
Economia

Cisl: “Ammortizzatori in deroga, per i lavoratori marchigiani copertura solo fino a giugno 2014”

Bori: "Le risorse stanziate sono insufficienti, per coprire l'intero fabbisogno del 2014 ne servirebbero almeno il doppio. Per questo continueremo a fare pressioni affinché il Governo garantisca la copertura finanziaria integrale"

Alle Marche destinati € 14.704.098, dei € 503 milioni complessivi ripartiti tra le Regioni, per la concessione e la proroga dei trattamenti di cassa integrazione e mobilità in deroga  assegnati con  il Decreto del 4 dicembre scorso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con quello dell'Economia e delle Finanze. Le risorse ripartite alle  Marche saranno sufficienti a coprire le richieste  di cassa integrazione e mobilità in deroga pervenute fino a giugno 2014. A lanciare l'allarme, la CISL Marche.

“L'assegnazione dei fondi per gli ammortizzatori in deroga, che come organizzazioni  sindacali  abbiamo richiesto con forza sin dall'inizio dell'anno – afferma Tonino Bori, responsabile del Mercato del Lavoro della CISL Marche  -  è  sicuramente un segnale importante e rappresenta una boccata d'ossigeno per i lavoratori e per le loro famiglie.”

I lavoratori marchigiani interessati dalla Cig in deroga, al 30 settembre 2014 sono 44.324 con un incremento del 55% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Sempre a settembre 2014, le ore di Cig in deroga autorizzate nelle Marche sono  state 17.293.952, con una flessione del 18,5% sul 2013.

“La firma del Decreto Ministeriale è un atto dovuto che attendevamo da tempo - sottolinea Tonino Bori Responsabile del Mercato del Lavoro della CISL Marche  -tuttavia  le risorse stanziate sono  assolutamente insufficienti. Infatti per coprire l'intero fabbisogno del 2014 ne servirebbero almeno il doppio. Per questo non abbassiamo la guardia e continueremo a fare pressioni affinché il Governo Centrale garantisca la copertura finanziaria integrale degli ammortizzatori in deroga per tutto il 2014, insieme ad un adeguato stanziamento di risorse nella Legge di stabilità  anche per il 2015. Alla Regione Marche – conclude Bori -  chiediamo che vengano accelerate al massimo le procedure per il pagamento per tutti i lavoratori d che stanno aspettando da ormai troppo tempo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl: “Ammortizzatori in deroga, per i lavoratori marchigiani copertura solo fino a giugno 2014”

AnconaToday è in caricamento