Denominazione Comunale al Brodetto all'Anconetana, Sediari dà l'ok

Il vicesindaco apre alla Denominazione Comunale per la storica ricetta cittadina in occasione della cena di gala dell'Ordine Cultori della Cucina di Mare che si è tenuta nei giorni scorsi a Portonovo

da sinistra, il Prefetto di Ancona Raffaele Cannizzaro, il vicesindaco Sediari e Bernardo Marinelli a Portonovo

La De.Co. è "un'attestazione che va a confermare una tradizione storica che può portare sviluppo del territorio in chiave turistica. Lo stoccafisso non lo scopriamo oggi e crediamo che l'enogastronomia cittadina vanti anche altri ricette che possono essere elevate. Proprio come il Brodetto". Parole che il vicesindaco di Ancona Pierpaolo Sediari ha pronunciato nei giorni scorsi a Portonovo durante la cena di gala organizzata dall'Ordine Cultori della Cucina di Mare.

Parole che aprono all'iter per rendere anche il Brodetto all'Anconetana, come già fatto per lo Stoccafisso, una Denominazione Comunale con il suo logo e un proprio disciplinare da rispettare. Una buona notizia per i soci dell'Ordine che proprio al Brodetto hanno deciso di dedicare il 2016 organizzando tre eventi tra il Viale della Vittoria e, quando questo sarà oggetto di riqualificazione, in piazza Pertini.

Con loro anche Accademia dello Stoccafisso all'Anconitana, Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese. Nel mese di marzo, lungo il Viale, si terrà il Festival della Cucina di Mare mentre a maggio ci si sposterà in piazza Pertini per il Festival dello Stoccafisso all'Anconetana. Sarà un evento di 4 giorni in cui saranno coinvolti anche i ristoratori cittadini chiamati a intepretare la ricetta De.Co. del prelibato stocco dorico. Confermato anche la Selezione Vini in abbinamento allo storico piatto. La giuria del concorso enologico si riunirà sulla terrazza del ristorante Passetto. Ideato anche un concorso per "non addetti ai lavori". "Quanti cucinano in casa – ha detto il presidente dell'Ordine, Bernardo Marinelli – potranno far partecipare la loro ricetta che sarà degustata da un'apposita giuria. Dopotutto lo Stoccafisso all'Anconetana non sarebbe diventato così gustoso se non si fosse evoluto nelle cucine di casa". A settembre, il ritorno al quartiere Adriatico per il Viale dei Sapori che, verosimilmente sarà abbinato alla tradizionale sfilata di moda del Passetto. Un modo per abbinare le eccellenze dell'enogastronomia e della manifattura Made in Marche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento