Cucina

Dolci dell'antica tradizione, da Cingoli arrivano i Cavallucci

I cavallucci di Cingoli sono un dolce di origine contadina, entrati nelle case e nelle abitudini alimentari di tutta la provincia e non solo. Appartengono al genere delle paste farcite la cui origine risale all'Alto Medioevo

I cavallucci di Cingoli, credit: macerataitinerari.it

I cavallucci di Cingoli sono un dolce di origine contadina, entrati nelle case e nelle abitudini alimentari di tutta la provincia e non solo. Appartengono al genere delle paste farcite la cui origine risale all'Alto Medioevo.

Si ritiene che il cavalluccio fosse un prodotto diffuso nelle fasce meno "nobili" della popolazione, visto che per prepararlo venivano utilizzati ingredienti poveri e di facile reperibilità. Anche per la preparazione del cavalluccio di Cingoli, il disciplinare è molto preciso nell’indicare gli ingredienti necessari: noci, nocciole e mandorle di provenienza italiana, sapa di provenienza locale, cannella, frutti canditi, zucchero semolato e pane grattugiato (è ammesso l’utilizzo di cacao in polvere e caffè in quantità minime), per comporre il golosissimo ripieno. A comporre l’elaborazione della pasta vengono utilizzati: farina di frumento di provenienza locale, olio extravergine di oliva, vino locale e zucchero semolato, scorza di limone, cannella. Abbastanza sostanziosi, i cavallucci di Cingoli si sposano al meglio con vino cotto o con un buon vino rosso.

LA RICETTA. Si mantengono a lungo, quindi la ricetta considera un quantitativo elevato di ingredienti per circa 100 cavallucci.

Prendere 200 gr. di noci, 100 gr. di nocciole e 100 gr. di mandorle. Scottare appena le mandorle in acqua bollente, pelarle e schiacciarle. Passare poi tutti gli ingredienti nel tritatutto, e metterli in una grossa scodella aggiungendo 2 bicchieri di "sapa" , 300 gr.di zucchero, 50 gr. di pane grattato, 100 gr. di cacao amaro, 1 bicchiere di marsala all'uovo, 1 bicchiere di vino bianco, 1 bicchierino di caffè, la buccia grattugiata di un limone e di un arancio.Mescolare bene il tutto cuocerlo e lasciare a riposare il composto per alcune ore. 
Preparare l'impasto con 500 gr. di zucchero, 1,5 Kg. di farina, tre bicchieri di vino bianco, un bicchire e mezzo di olio di semi, cannella grattugiata. 
Lavorare la pasta per circa 10 min. Tirare poi una sfoglia di circa mezzo centimetro di spessore, tagliarla rotonda con un diametro di circa 10-12 cm. Mettere l'impasto al centro, arrotolare il tutto, stringere i lati, formare un ferro di cavallo e tagliuzzare la parte superiore del dolce con forbicine come se fosse la criniera. Cuocere in forno caldo per circa 30 minuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dolci dell'antica tradizione, da Cingoli arrivano i Cavallucci

AnconaToday è in caricamento