Via Montebello, voragine mentre passa il bus: rete fognaria usurata

Ora il tratto è interdetto al passaggio di qualsiasi mezzo. Chi arriva dal basso è costretto a tornare indietro per via Curtatone, solo i residenti di Torrioni possono arrivare all'altezza di via Santo Stefano. Chi arriva dall'alto, trova lo stop all'altezza di piazza San Gallo

Voragine in via Montebello

Passa un autobus e si apre una voragine profonda 4metri e mezzo nella strada. Pericolo scampato per pochissimo dai passeggeri del mezzo pubblico che, questa mattina intorno alle 11:30, stava percorrendo la via in discesa. All’altezza dell’incrocio con via Santo Stefano il bus ha sobbalzato per poi proseguire la sua corsa. Nessuno si sarebbe accorto che, secondo quanto riferito da alcuni passanti, la strada si era appena spaccata sotto il peso dell’ultima ruota. Per fortuna l'autobus, con la maggior parte del peso ormai a valle, ha potuto sgommare oltre l’ostacolo, come testimonierebbe anche l'angolo a valle della buca, particolarmente frantumato rispetto al resto del perimetro. Solo due secondi prima, e la ruota sarebbe potuta finire nel cratere e, per i passeggeri, le conseguenze sarebbero state peggiori. Ma per fortuna non ci sono stati feriti. Solo tanto spavento per la signora che, dietro al bus, guidava una Fiat Panda e si è ritrovata di fronte il grosso buco nell’asfalto lungo circa 2 metri. Una visione choccante per la donna, anche a fare davvero impressione era la profondità di quasi 5 metri. Subito sul posto sono intervenute due pattuglie della Polizia Municipale per mettere in sicurezza l’area e deviare il traffico. Sul posto anche l’assessore alla sicurezza Stefano Foresi che, insieme ai tecnici del comune e della società Multiservizi, ha studiato il da farsi.

Per il perito di Multiservizi Gilberto Grilli non ci sono mai stati dubbi: «Qui è saltato il pozzetto di collegamento tra 2 canali fognari che scendono lungo via Montebello e una tubazione in uscita che taglia le case. L’idea è quella di realizzare una vasca grande con un pozzetto nuovo che colleghi le varie tubazioni». Ma come è potuto succedere? Semplice: col passare degli anni, anche decenni, le tubazioni subiscono dei danni relativi all’usura che con le grosse piogge vanno a erodere l’asfalto e, al contrario, quando le acque ritirano portano con se detriti all’interno delle tubazioni, creando ancora più danni. Insomma in circolo vizioso difficile da individuare e, secondo gli esperti, impossibile da prevenire. «L’unico sintomo potrebbe essere un palese avvallamento sull’asfalto e se si è consci che li sotto ci passano le reti fognaria allora il dubbio è lecito».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIABILITA’. Fatto sta che ora il tratto è interdetto al passaggio di qualsiasi mezzo. Chi arriva dal basso è costretto a tornare indietro per via Curtatone, solo i residenti di Torrioni possono arrivare all’altezza di via Santo Stefano. Chi arriva dall’alto, trova lo stop all’altezza di piazza San Gallo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento