Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Aeroporto: dopo il fuoripista a Fiumicino in discussione il contratto con Carpatair

La preoccupazione per l'incidente accaduto a Fiumicino si fa sentire anche all'aeroporto di Ancona - Falconara: i vertici di Aerdorica stanno valutando il da farsi. Duri i sindacati: "Rescindere subito"

L'Atr 72 finito fuori pista a Fiumicino (foto da twitter ‏@becare_29)

La preoccupazione per l’incidente accaduto a Fiumicino, con un Atr 72 finito fuori pista e diversi feriti, si fa sentire anche all’aeroporto di Ancona – Falconara. Lo stesso tipo di velivolo, della stessa compagnia, che doveva percorrere la tratta Falconara-Fiumicino, il 22 gennaio è stato infatti costretto nuovamente ad un atterraggio di emergenza al Sanzio per un guasto all’impianto di areazione, inconveniente che ha anche causato un malore a uno dei passeggeri. E non si trattava nemmeno del primo guasto: un episodio precedente si era già verificato il 5 gennaio, sempre sulla tratta per Roma, sempre con la Carpatair.

Per far fronte alla questione, che aveva sollevato anche una dura polemica politica in Regione, l’Alitalia era subentrata alla compagnia rumena per un periodo di tempo limitato, inizialmente fino al 7 febbraio, data poi prorogata fino a fine mese.
Ora l’incidente di Fiumicino ha riportato la questione al centro del dibattito, e i vertici di Aerdorica hanno dichiarato alla stampa che stanno valutando attentamente i fatti, e che si continua “a chiedere ad Alitalia di fermare i disservizi legati alla compagnia rumena”.

Ad aver già tratto le valutazioni del caso sono invece i sindacati: sul Messaggero di oggi il segretario nazionale Fit-Cisl Francesco Persi ha dichiarato la volontà di proclamare uno sciopero e ha chiesto a gran voce la rescissione immediata del contratto con Carpatair.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto: dopo il fuoripista a Fiumicino in discussione il contratto con Carpatair

AnconaToday è in caricamento