Cronaca

Sgominò il clan camorristico Saetta, Virgilio Russo é il nuovo capo della Mobile di Ancona

Virgilio Russo, 49 anni, originario della provincia di Caserta, dal 1992 in polizia. Ha cominciato la sua carriera nell'8° Reparto Mobile di Firenze, ha diretto la Polizia ferroviaria di Pisa e Livorno, nel 2003 è entrato nella questura di Lucca

Virgilio Russo

Si è ufficialmente insediato ad Ancona il nuovo capo della squadra Mobile: il 49enne della provincia di Caserta Virgilio Russo. Approda nel capoluogo dorico dopo aver passato 7 anni a dirigere la Squadra Mobile di Lucca. Anni, quelli toscani, in cui il dirigente ha portato a termine operazioni investigative legate a fatti di sangue che, ancora oggi, sono impresse nelle memoria dei lucchesi. Basti citare l’operazione “Falange Macedone”, al temine della quale i poliziotti incastrarono una banda di serbo-macedoni che girava attraverso le campagne toscane per mettere a segno violente e sanguinose rapine. Furono loro a entrare a casa di una donna, seviziarla con un coltello e derubarla. Poi l’”operazione Gallardo”, per cui si investigò e si arrivò all’arresto del clan Saetta: camorristi di origini napoletane dediti all’usura. Fu sempre Russo a dirigere gli agenti che hanno raccolto le prove per dimostrare come fosse stato un 17enne di origini rom ad uccidere un’anziana donna strozzandola con un foulard in bocca. Doveva stare zitta perché urlava mentre le rapinavano casa. 

Ora Virgilio Russo arriva ad Ancona e può disporre della squadra che fino a ieri era al servizio del dott. Giorgio Di Munno. «Ho trovato buona Squadra Mobile già famosa per il suo lavoro e composta da agenti seri e competenti - ha commentato Russo - Abbiamo il porto e dobbiamo vigilare perché ho già potuto vedere come questo sia un territorio che su presta ad appetiti criminali». E infatti nelle ultime 48 ore, prima ancora che Russo si presentasse alla città, gli agenti della Mobile dorica hanno arrestato un 32enne che doveva finire di scontare un anno e mezzo di carcere per spaccio di sostanze stupefacenti. Non solo, hanno fermato due pregiudicati siciliani in zona Palombare accusati di prepararsi a furti in appartamento. Questi ultimi sono stati trovati con cacciaviti, tronchesi e giravano di notte con un furgoncino rubato appartenente ad una ditta di ristorazione.

CURRICULUM. Virgilio Russo, 49 anni, originario della provincia di Caserta, dal 1992 in polizia, è il nuovo capo della Squadra Mobile di Ancona. Russo, che oggi si è presentato ai giornalisti, ha cominciato la sua carriera nell'8/o Reparto Mobile di Firenze, ha diretto la Polizia ferroviaria di Pisa e Livorno, nel 2003 è entrato nella questura di Lucca, dove ha diretto tra l'altro l'Ufficio immigrazione ed è stato capo di Gabinetto. Dal 2008 fino ad oggi ha diretto la Squadra Mobile della città toscana. Al suo attivo importanti operazioni, per cui ha ricevuto encomi solenni. Tra le altre, l'arresto di 18 persone, su 48 indagate, per traffico internazionale di auto di alta gamma gestito da casalesi trapiantati in Versilia e associati con clan romeni. Sempre in Toscana, la squadra da lui diretta ha sgominato il clan Saetta, "proiezione della camorra in Versilia", ha spiegato. Nel nuovo incarico, ha annunciato, l'attenzione massima verrà rivolta ai crimini che maggiormente creano insicurezza nella comunità, come i reati predatori. Quanto ai rapporti con gli organi d'informazione Russo ha citato Simenon ("è bene che una cosa sia fatta, ma anche farla conoscere") e Pindaro ("quello che non viene cantato è destinato a morire"), a significare che saranno rispettosi dei ruoli e, fatte salve le esigenze di indagini, diretti a far conoscere l'attività della polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominò il clan camorristico Saetta, Virgilio Russo é il nuovo capo della Mobile di Ancona

AnconaToday è in caricamento