menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Insulti alla fermata del bus, i vigili cercano di fermarlo ma lui li prende a cinghiate: arrestato

E' successo tra via Conca e via Flaminia: il ragazzo ha iniziato ad insultare alcune persone alla fermata del bus. Uno di loro ha chiesto aiuto alla polizia locale che stava facendo dei controlli in quella zona

Prende a cinghiate gli agenti di polizia locale che cercano di fermarlo mentre minaccia con grida e insulti un ragazzo alla fermata dell'autobus. E' il brutto episodio accaduto ieri (lunedì 18 gennaio) all'incrocio tra via Conca e via Flaminia. Arrestato con l'accusa di minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale un 26enne di origine brasiliana. 

L'aggressione si è consumata poco dopo le 18,30. I vigili, impegnati con i normali controlli del traffico, si son visti correre incontro un ragazzo terrorizzato che chiedeva aiuto. Quest'ultimo poco prima si trovava alla fermata dell'autobus quando uno sconosciuto ha iniziato a minacciarlo con urla e spintoni ma, proprio mentre stava raccontando l'accaduto, il 26enne gli è piombato alle spalle. A quel punto gli uomini della municipale hanno protetto la vittima, si sono messi in mezzo e hanno cercato di calmare il ragazzo che dava in escandescenze. Lui, visibilmente alterato, ha continuato con insulti e minacce finché non si è sfilato la cinta dai pantaloni e ha iniziato a colpire con violenza gli agenti tanto che i medici hanno valutato una prognosi di 5 giorni ciascuno. 

Nel frattempo anche un'altra pattuglia della polizia locale transitava verso Torrette: gli agenti nell'auto hanno visto la scena di violenza che si stava consumando, sono corsi ad aiutare i colleghi in difficoltà, lo hanno bloccato e ammanettato. Sul posto è arrivata anche l'ambulanza del 118 che ha trasportato all'ospedale regionale di Torrette il giovane in preda ai fumi dell'alcool. Dopo aver passato due ore all'ospedale e aver trascorso la notte al comando, questa mattina il 26enne è stato processato per direttissima e il magistrato ha convalidato l'arresto disponendo la misura cautelare dell'obbligo di firma. La prossima udienza si terrà il 10 febbraio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Acquaroli firma l'ordinanza: 5 comuni marchigiani in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento