Un bacio con la forza e poi tenta di stuprare l'amica: arrestato in fuga sulla spiaggia

L’uomo, con evidenti i segni della colluttazione avuta con le giovani che si erano difese, è stato sorpreso con gli zaini sottratti dalle vittime

Foto di repertorio

Prima aggredisce una ragazza, baciandola con la forza e poi tenta di stuprare l’amica. Per fortuna i carabinieri di Falconara, guidati dal comandante Michele Ognissanti, non ci hanno messo molto ad identificare lui, un pachistano di 31 anni, che è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale. E’ successo tutto stanotte, intorno alle 2, sulla spiaggia falconarese. Le due ragazze, entrambe di 18 anni di Novara, stavano tornando da Roma, dove si erano recate per partecipare alla manifestazione “Io coltivo” (organizzata per la promozione della discussione delle leggi per le legalizzazione della cannabis). Nella tarda serata di ieri, sono arrivate allo scalo ferroviario falconarese, con l’idea di fare scalo per poi andare verso Bologna con il treno regionale veloce delle 4,54. Stanche di attendere l’arrivo del treno in sala d’attesa, hanno pensato di unirsi ad alcuni conoscenti in spiaggia, all’altezza del sovrappasso “Tramontana”, dove hanno acceso un piccolo falò, rimanendo sole quando erano passate le 2. Ad un certo punto, è arrivato il 31enne, solo, ubriaco, a petto nudo e con una bottiglia di birra in mano. 

Secondo quanto denunciato dalle 2 piemontesi, nonostante fossero state chiare nel loro intento di stare da sole, l’uomo ha continuato a tentare di mettersi vicino a loro, fino a quando, ad un tratto, non si è scagliato contro una di loro, baciandola sulla bocca con la forza. A quel punto, l’altra ragazza ha preso un bastone e ha colpito il violento che ha desistito per un attimo. Le due ragazze sono corse vie, ma il pachistano si è rialzato e le ha inseguite, arrivando a prendere quella che poco prima l’aveva colpito alle spalle, cingendola da dietro mentre si tirava giù i pantaloni, come a tentare di avere un rapporto completo. Per fortuna, niente di quello che gli passava per la testa è successo perché, ancora una volta, è intervenuta l’altra 20enne. Alla fine le 2 sono riuscite a divincolarsi e a chiamare il 112. I militari hanno intercettato il presunto violentatore sulla spiaggia, diretto a piedi verso Villanova. L’uomo, con evidenti i segni della colluttazione avuta con le giovani che si erano difese, è stato sorpreso con gli zaini sottratti dalle vittime. Alla fine, su disposizione del pm Rosario Lioniello, l’uomo è stato portato nel carcere di Montacuto, dove resterà fino all’udienza di convalida. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento