rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

In casa con il marito dipendente dal gioco: «Aveva paura a uscire dalla camera»

La dipendenza dal gioco e le violenze sulla moglie, che aveva paura perfino a uscire dalla stanza se in casa c'era solo lui. E' uno dei casi, oltre un centinaio, arrivati al Centro antiviolenza del capoluogo marchigiano nel corso del 2021

La dipendenza dal gioco e le violenze sulla moglie, che aveva paura perfino a uscire dalla stanza se in casa c'era solo lui. E' uno dei casi, oltre un centinaio, arrivati al Centro antiviolenza del capoluogo marchigiano nel corso del 2021. Il caso, avvenuto nell'anconetano, è stato raccontato dall'avvocato Roberta Montenovo, presidente dell'associazione Donne e Giustizia, a margine della presentazione in Comune delle iniziative contro la violenza sulle donne. 

«Se pensiamo al periodo di lockdown, penso alla storia di una donna che viveva già in una situazione di maltrattamento pensando di poterla gestire- ha raccontato l'avvocato- Il marito soffriva di una dipendenza dal gioco, con il lockdown non poteva uscire e dare sfogo a questa sua pulsione e la situazione in casa è esplosa. Lei subiva maltrattamenti psicologici, una sudditanza importante anche senza aggressioni da Pronto soccorso, come spesso siamo abituati a pensare in queste occasioni. Lui non poteva andare a lavorare viste le restrizioni, restava a casa e lei aveva paura perfino a uscire dalla camera se non c’erano altre persone. Preferiva evirare piuttosto che esporsi al rischio di aggressioni immotivate- conclude la Montenovo- qesto l’abbiamo letto come uno degli effetti del lockdown tra le mura domestiche». 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa con il marito dipendente dal gioco: «Aveva paura a uscire dalla camera»

AnconaToday è in caricamento