Cronaca

Castlelfidardo, violenza nel derby: in due all'ospedale

Mentre i suoi compagni erano tutti nello spogliatoio, ha perso la testa e si è scagliato prima contro il portiere della squadra di casa e poi contro l'allenatore mandando entrambi all'ospedale

Appena è finita la partita tra Vigor Castelfidardo e Villa Musone (1 a o per i padroni di casa) è esplosa la violenza di un singolo calciatore ospite che, mentre i suoi compagni erano tutti nello spogliatoio, ha perso la testa e si è scagliato prima contro il portiere della Vigor (ex Ancona e Passatempese) con una testata al volto e po ha sferrato un pugno all'allenatore, 56 anni di Ancona. Labbro spaccato per l'estremo difensore e naso rotto per il Mister, che sono dovuti andare all'ospedale con un'ambulanza della Croce Verde

Eppure la partita non sarebbe mai stata troppo incandescente. Va bene che era un "derby" cittadino, va bene che era sfida al vertice e che c'erano in palio punti importanti. Ma la partita, a parte qualche  picco di agonismo, non è mai stata a rischio. Adesso per l'aggressore c'è il rischio di una denuncia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castlelfidardo, violenza nel derby: in due all'ospedale

AnconaToday è in caricamento