Cronaca

Blocco di cemento all'ingresso della scuola, scatta la verifica sul tetto: falso allarme

I vigili del fuoco intervengono alle De Amicis di corso Amendola: il "pietrone" trovato non proviene dall'edificio. Ma tanto basta per far scattare la bagarre politica

gli assessori Borini e Manarini alle De Amicis

Un grosso pezzo di cemento trovato sul marciapiedi di corso Amendola, a ridosso della scuola De Amicis. La giusta preoccupazione dell'istituzione scolastica e la chiamata ai vigili del fuoco. Sono stati i pompieri, arrivati sul posto e saliti con la scala sul tetto, a rassicurare tutti. Falso allarme. Nessun distacco. Pur non capendone la provenienza o il perché sia stato ritrovato là, la rassicurante certezza dei pompieri è che il "pietrone" che ha dato il buongiorno a bidelli, maestre, alunni e genitori non proveniva dall'edificio. Riscontrati un lieve distacco di intonaco nell'angolo di corso Amendola con via Cesare Battisti.

Per indicare ai tecnici del Comune il punto dove intervenire l'area è stata transennata dal nastro bianco e rosso. Nessun pericolo tuttavia. Tanto che le lezioni si sono tenute regolarmente. Sul posto per sincerarsi della situazione anche gli assessori alla Scuola, Tiziana Borini, e ai Lavori Pubblici, Paolo Manarini. La vicenda, pur sgonfiatasi nel corso della mattinata, è riuscita comunque a innescare la polemica politica tra maggioranza e opposizioni, con Lega e Forza Italia a parlare di "pezzi di cornicione" nonostante l'intervento dei vigili del fuoco abbiamo escluso questa circostanza. Ecco le dichiarazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocco di cemento all'ingresso della scuola, scatta la verifica sul tetto: falso allarme

AnconaToday è in caricamento