Cronaca

Vigili urbani assenteisti, 2 di loro trasferiti ad altre mansioni

Gli investigatori della polizia giudiziaria della stessa Municipale hanno concluso le indagini sui presunti colleghi infedeli facendo partire tutte le notifiche del caso con l'accusa di truffa

Trasferiti i primi 2 agenti della Polizia Municipale indagati per assenteismo. Il Comune ha provveduto a spostare prima M. M., l’ufficiale fregiato di encomio e considerato il dominus del sistema di favori tutto interno al corpo anconetano, trovando spazio nel settore del “Verde pubblico” come dirigente. Poi ha fatto appendere la divisa al chiodo anche a A. T., agente semplice molto vicino all’ufficiale, oggi impiegato come dipendente all’Ufficio Anagrafe. Nell’ambito dell’indagine del pm Paolo Gubinelli, sarebbero queste due le posizioni più critiche. Poi ci sono S. S. agente scelto, D. M. capitano, G. M. agente semplice e L. M. tenente. Questi ultimi 4 sono ancora operativi come vigili urbani in attesa che ai piani alti di Palazzo del Popolo decidano anche della loro sorte. 

Intanto il pool di investigatori della polizia giudiziaria della stessa Municipale, diretti dal maggiore Marco Ivano Caglioti, ha concluso le indagini sui presunti colleghi infedeli facendo partire tutte le notifiche del caso. Le accuse sono per tutti quella di truffa aggravata, con l’aggravante della legge Brunetta, salvo che per S. S., accusato non di essersi smarcato il cartellino abusivamente, ma di aver fatto risultare straordinari mai fatti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili urbani assenteisti, 2 di loro trasferiti ad altre mansioni

AnconaToday è in caricamento