rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Centro storico / Via Astagno

Ma quale raccolta differenziata, l'operatore mischia i rifiuti: il video lo riprende

«L'operatore aveva subito notato una condizione di errato conferimento diffuso tra contenitori e sacchi, per cui non poteva fare altro che deviare tutto nell'indifferenziata» ha replicato Anconambiente

«Non si mischia la carta con l’indifferenziata, ora vallo a dire ai tuoi datori di lavoro». A inveire contro un operatore ecologico di Anconambiente è un residente di via Astagno. L’uomo accusa il netturbino ad alta voce mentre lo riprende da un balcone con un telefonino. Il video datato 18 marzo e già diventato virale sui social e su Youtube e mostra l’addetto alla pulizia mentre mischia il contenuto della raccolta indifferenziata con quello della carta, già presente a bordo del veicolo. Due minuti di acceso botta e risposta. Troppa la distanza tra le parti, ma le parole dell’autore del filmato chiariscono tutta l’indignazione di chi quotidianamente separa i rifiuti e poi vede tutto vanificato in un secondo. Difficile carpire, se non in alcuni momenti, le parole dell’uomo in divisa arancione, salvo un «Fai come ti pare». Sono invece perfettamente udibili quelle del residente: «Vengo giù dove lavori». E poi la domanda ironica: «Perché adesso non mischi anche il vetro e le lattine?»

LA REPLICA DI ANCONAMBIENTE. Proprio oggi è arrivata la risposta della municipalizzata che, attraverso una nota, punta il dito contro l’errato conferimento dei rifiuti nei cassonetti da parte dell’utenza: “Nel caso del video, l’operatore giunto in quel tratto di via Astagno aveva subito notato una condizione di errato conferimento diffuso tra contenitori aperti e sacchi buttati in strada: il contenitore della carta era infatti saturo di rifiuti di ogni genere. Lo svuotamento del contenitore della carta avviene da calendario il martedì e solo un errato utilizzo – riempendolo cioè di altro materiale – lo poteva aver reso già stracolmo dopo nemmeno quattro giorni”. La replica della municipalizzata parte da alcune premesse tecniche. “Quel tratto cieco di via Astagno, a cui il video si riferisce, rientra nella casistica delle zone in cui costantemente gli operatori trovano auto impropriamente parcheggiate che rendono impossibile l’accesso ai mezzi e lo svuotamento dei contenitori. Proprio nel caso di specie, il ritiro della frazione indifferenziata era nuovamente saltato in data 17 marzo per la presenza di vetture che impedivano il regolare svolgimento del servizio”. E poi: “Quando nei contenitori dedicati ai singoli materiali si rinvengono purtroppo rifiuti mescolati di ogni genere, completamente eterogenei e senza rispetto delle diverse tipologie, l’operatore non può che deviare direttamente quel materiale nella frazione indifferenziata: sarebbe impossibile immaginare una cernita manuale in strada da parte degli operatori”. «Come azienda ci facciamo sempre carico delle nostre responsabilità quando siamo giustamente chiamati in causa- conclude il presidente di Anconambiente Antonio Gitto - ma non è questo il caso, che però cogliamo per spiegare al meglio l’accaduto ed evitare futuri disagi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ma quale raccolta differenziata, l'operatore mischia i rifiuti: il video lo riprende

AnconaToday è in caricamento