Viabilità portuale, per Confartigianato ritardi inaccettabili

Questo il comunicato integrale di Confartigianato riguardo i problemi sulla viabilità portuale

Di seguito riportiamo il comunicato integrale di Confartigianato riguardo i problemi sulla viabilità portuale. Ecco la nota.

«Dopo le continue richieste avanzate dalla Confartigianato Trasporti Imprese An – Pu e dal comitato territoriale di Ancona, il tavolo unitario costituito presso l’Autorità Portuale di Ancona ha proseguito i suoi lavori elaborando una proposta per razionalizzare la viabilità ed individuare aree di sosta per le vetture e per i TIR lungo la Via Mattei, sotto i ponti del by pass e dell’Asse a Sud. Progetto che ovviamente sia per i passaggi tecnici che per i necessari finanziamenti avrà il suo iter che non potrà sicuramente essere breve. Per questo Confartigianato Trasporti, afferma Gilberto Gasparoni, segretario regionale, ha richiesto interventi rapidi per riasfaltare  la viabilità su Via Mattei, quella retrostante l’ex fiera della pesca e quelle di accesso alla nuova darsena che  vede  un asfalto disastrato che è causa di continue rotture dei mezzi e rischi di incidenti stradali anche gravi. Per sottolineare questa grave situazione Confartigianato Trasporti fin dal dicembre scorso ha annunciato, anche in sede di gruppo di lavoro, che la categoria dell’autotrasporto portuale effettuerà uno sciopero del settore se i lavori di rifacimento del manto stradale, una nuova segnaletica e l’individuazione dei parcheggi per i TIR, non verranno effettuati in tempi brevi, prevedendo anche una possibile data per il mese di marzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo questa dichiarazione il gruppo di lavoro ha intensificato la sua attività tanto che si è giunti, con una strategia condivisa, a prevedere diversi steep; il primo appunto è quello inerente  l’asfaltatura della Via Mattei, della rotatoria sotto l’asse a Sud, della strada retrostante l’ex fiera e della via che porta alla nuova darsena, con il rifacimento della segnaletica e la realizzazione di parcheggi dedicati ai TIR sul lato ferrovia. Abbiamo informazioni positive, afferma Gasparoni, tanto che ci sarebbe stato un incontro fra Autorità Portuale ed Amministrazione comunale di Ancona per valutare il tutto ed individuare procedure e finanziamenti per realizzare questa prima parte del progetto. Confartigianato giudica positivamente questo impegno concreto ed auspica che nel breve periodo si parta con i lavori suddetti, rimanendo fermo l’impegno dell’associazione di valutare l’esito dei lavori definendo tempi e modalità della manifestazione sindacale. Riteniamo non sia più accettabile il continuo aggravarsi della situazione, destinata a peggiorare con la stagione invernale. Da una parte gli imprenditori di Confartigianato, che lo ricordiamo a marzo del 2017 con una manifestazione di protesta dei trasportatori svolta dal porto e  per le vie della città di Ancona avevano denunciato il grave dissesto del sistema viario nella Zipa e nel porto e la mancanza di parcheggi per le auto e per i camion. Angelo Pisa, presidente di Confartigianato Trasporti sottolinea che dopo gli interventi sulla Flaminia in prossimità di Torrette e sul Bay pass, la sosta dei veicoli nell’area portuale in particolare in Via Mattei, il caos viabilistico e camionistico è diventato insostenibile. Confartigianato Trasporti, nel sottolineare la gravità della problematica chiede un intervento finanziario anche con il contributo dell'AP per rimettere a nuovo le strade di ingresso e dentro al porto che sono impraticabili. Inoltre è opportuno individuare azioni di potenziamento del trasporto pubblico urbano dalla SSFF al Porto ed a Marina Dorica. Crediamo - conclude Gasparoni - che su queste questioni si debba operare con grande energia perchè il porto rischia di esplodere e le imprese non possono perdere ulteriori opportunità e subire gravi danni ai mezzi che debbono essere sottoposti a continue manutenzioni e per una questione di sicurezza».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento