Via Villarey, casa occupata: la proprietaria si incatena al cancello per protesta

La signora Annunziata Brandoni protesta da giorni per riappropriarsi del suo monolocale occupato. Ha intrapreso vie legali e ha creato un gruppo su Facebook per presentare una proposta di legge

La Professoressa Annunziata Brandoni in protesta

Costretta ad incatenarsi al cancello della propria abitazione occupata. Annunziata Brandoni, preside in pensione, residente a Castelfidardo, sta protestando ormai da giorni per tornare in possesso del suo monolocale di via Villarey 2, vicino alla Facoltà di Economia ad Ancona. Ormai da ormai 3 anni e mezzo è occupato da una vicina di casa: la donna, dopo una scrittura privata che ne definiva la prevendita, non ha mai pagato. Dopo un anno ha presentato il pagamento con un assegno scoperto da 100mila euro, in attesa di un risarcimento per un intervento di rinoplastica mal riuscito. In verità la causa di indennizzo non c'è mai stata.

La Professoressa Brandoni è esasperata. Questa è la seconda occupazione del suo monolocale, la prima risale a nove anni fa da parte di una famiglia. «Non avendo un contratto di affitto non posso neanche procedere con un'istanza di sgombro. Ho fatto la querela perché l'occupante tra l'altro, ha rubato i mobili- racconta la signora Brandoni-. Avevamo appena ristrutturato l'appartamento, avevamo comprato tutto nuovo: mobili, caldaia. Ha buttato giù una parete senza dirci niente perché evidentemente le serviva per i gatti. Ne ha una colonia. Adesso si rifiuta di andarsene. Dice sempre: "Pagherò, pagherò, faremo un contratto d'affitto". L'ho invitata tre volte con il suo avvocato dal mio avvocato, non si è mai presentata».

Oltre ad una denuncia per furto, occupazione abusiva e truffa, Annunziata Brandoni ha intrapreso un'azione processoria. I giudici dovrebbero esprimersi entro un mese. «Se i giudici entro un mese non risolvono la questione, allora entro abusivamente in casa mia. Ho valutato i pro e i contro. Ho 71 anni e ho l'invalidità. Dentro non mi ci possono mettere, mi daranno gli arresti domiciliari oppure mi faranno fare i servizi sociali» dichiara la Brandoni.

La signora Annunziata andrà avanti con proteste regolari nelle mattinate di lunedì e giovedì. Per domenica 23 alle 10 è previsto invece un sit-in. Intanto, la sua battaglia si allarga anche a Facebook. Ha infatti formato un gruppo "Anche i cittadini onesti qualche volta si incaxxano". «Faremo una raccolta firme per presentare la proposta di legge che da potere di ordinanza ai sindaci di procedere immediatamente allo sgombro di case occupate abusivamente. La polizia avrà 10 giorni di tempo  per accertare l'illecito. Non ci sarà bisogno di cause, non tutti possono permettersi di affrontare cause lunghe e costose» conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

Torna su
AnconaToday è in caricamento