menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foresi, Manarini, Rossi e Astolfi firmano il patto per via Saline

Foresi, Manarini, Rossi e Astolfi firmano il patto per via Saline

Per la strada martoriata di buche c'è l'accordo tra i Comuni: «Asfalto entro settembre»

Patto tra Ancona e Falconara per ripristinare 460 metri di via Saline condivise tra i due enti: «Il dialogo deve proseguire su urbanistica, spiaggia e sicurezza»

La martoriata via Saline troverà pace. Buone notizie soprattutto per i semiasse degli automobilisti che percorrono la strada che collega Castelferretti con Casine di Paterno, percorso alternativo alla Flaminia o alla variante per chi si reca al lavoro nel capoluogo dorico ma anche per i tanti residenti che si spostano tra le piccole frazioni dietro Barcaglione. Il Comuni di Ancona e di Falconara hanno siglato oggi, venerdì 18 maggio, un patto per provvedere alla riasfaltatura di 460 metri di strada condivisa. «Via Saline è di proprietà di entrambi i Comuni - spiega l'assessore dorico Paolo Manarini - ma divisa per la parte longitudinale. Con questo accordo abbiamo scelto di suddividere la strada in due». In pratica, se da Paterno si va verso Castelferretti, il lato Barcaglione è di Falconara. Di là dalla riga di mezzeria, lato Cassero, la proprietà è di Ancona. I lavori invece saranno suddivisi in maniera diversa. Ancona provvederà ai 230 metri da Casine di Paterno più ad altri circa 500 metri di strada sul lato anconetano (circa 100mila euro di intervento). A Falconara i successivi 230 metri guardando Castelferretti (appalto da 40mila euro). Alla sigla dell'accordo tra gli assessori anconetani Manarini e Stefano Foresi con i falconaresi Clemente Rossi e Matteo Astolfi, anche diversi cittadini e imprenditori che da tempo lamentavano le precarie condizioni della strada.

I Comuni stanno anche valutando se rivalersi sulla Ghella, l'azienda che fino al 2016 ha lavorato in zona per la realizzazione della terza corsia dell'A14. Sarebbe stato il continuo transito di mezzi pesanti a rendere il manto una groviera. «Per quanto ci riguarda - aggiunge Rossi - stiamo anche valutando se agganciarci alla gara di appalto che sta facendo Ancona. I soldi a bilancio ci sono, l'importante è questo». I lavori dovrebbero iniziare a giugno e andare avanti fino a settembre. Irrisolta, sempre in zona, la situazione di via Castello di Barcaglione che proprio  da via Saline si arrampica fino al Parco Zoo: circa due chilometri di strada più o meno equamente divisa tra i due Comuni che avrebbe bisogno urgente, soprattutto nella parte anconetana (quella bassa che  arriva all'incrocio con via Saline) di un intervento. «I nostri due Comuni sono in sintonia su molte questioni e devono avviare un dialogo anche su altri temi - ha detto l'assessore falconarese Astolfi - per raggiungere accordi su settore importanti come l'urbanistica, la spiaggia, il trasporto pubblico e la sicurezza».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento