Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Via Redi, stop a singhiozzo: Ancona meglio ma Falconara va in sofferenza

Primi due giorni di blocco del traffico e i controlli partono in ritardo rispetto alla segnaletica. Sempre attorno alle 8 con pattugliamento congiunto tra vigili dorici e falconaresi. Disagi per i pendolari. Ancona è soddisfatta ma Falconara attende fine novembre per chiedere una nuova viabilità

Traffico a Falconara

Una mezz’ora abbondante senza controlli e auto che passano tranquillamente. Poi, l'arrivo dei vigili, il blocco e le conseguenti ripercussioni per i pendolari. Nei primi due giorni di stop alle auto dei non residenti lungo via Redi (quindi dei falconaresi che attraversano la parte alta di Palombina Nuova per arrivare a Collemarino e raggiungere il capoluogo) la parola che descrive in modo migliore la situazione è “caos”. Il provvedimento, adottato in via temporanea delle due amministrazioni, vieta il transito dei non residenti, dalle 7.30 alle 8.30, su via Redi in direzione sud. Questo per evitare il passaggio successivo in via Volta, davanti alla scuola Dante Alighieri di Collemarino. Il primo giorno, lunedì 21, i cartelli di divieto sono stati scoperti dopo le 8. Per una mezz’ora abbondante, gli agenti della Municipale sono rimasti a guardare le auto transitare indisturbate. “Ne ho contate circa 230” racconta il vicesindaco falconarese Clemente Rossi. Alla fine, nell’ora di blocco prevista, sono state circa 500 autovetture.

Questa mattina, secondo giorno di blocco, le pattuglie della Municipale sono arrivate verso le 8. Anche stavolta, una buona mezz’ora senza controlli. Poi, i vigili si sono posizionati sulla rotatoria di via Campania (Falconara) e questo ha creato una lunga coda di auto lungo via Sardegna. Tanto che le ripercussioni si sono avute per l’attraversamento pedonale della scuola elementare Aldo Moro. Oltre, ovviamente, alla via Flaminia che, già congestionata in condizioni di normalità, ha dovuto sopportare anche il traffico dei veicoli dirottati dal blocco.

Ancona è soddisfatta. “Con la nuova viabilità su via Redi  il traffico si è praticamente dimezzato nella zona” si legge in una nota ufficiale. A Falconara, tuttavia, cresce il malumore. Il blocco è considerato “sperimentale” da Ancona, come dichiarato dall'assessore Stefano Foresi e anche dal sindaco Valeria Mancinelli intervistata lunedì dalle telecamere di E’tv nel corso della trasmissione Buongiorno Marche, e “temporaneo” da Falconara che attende la fine di novembre per conoscere la futura viabilità. Il primo cittadino falconarese Goffredo Brandoni ha di fatto agevolato, per non rovinare i rapporti di vicinato, la collega Mancinelli facendosi carico dei disagi ma la maggioranza che lo sostiene borbotta come una pentola di fagioli. Anche perché la soluzione falconarese – modificare l’ingresso in rotatoria a Collemarino da una via Ville con il senso unico a scendere – non viene menzionata in nessuna comunicazione ufficiale. E si teme il bidone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Redi, stop a singhiozzo: Ancona meglio ma Falconara va in sofferenza

AnconaToday è in caricamento