menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Leopardi: catturati due esperti rapinatori di bancomat

I due, con una tecnica molto particolare, erano riusciti a scassinare sportelli bancari automatici ad Ancona e in tutto il nord Italia. Ecco come facevano

Nel pomeriggio di domenica gli agenti della Squadra Volanti della Polizia di Ancona hanno arrestato due cittadini rumeni, B. M. di 26 anni e T. A. di 48, entrambi senza fissa dimora, “specialisti” dei futi ai bancomat.
I due, con una tecnica molto particolare, avevano scassinato sportelli bancari automatici ad Ancona e in tutto il nord Italia. Ecco come facevano:

LA TECNICA. Un oggetto metallico simile ad una forchetta veniva all'interno dell'estrattore delle banconote in modo da bloccarne l’erogazione. Dopo alcuni mancati prelievi da parte degli ignari clienti, l’arnese veniva rimosso e al criminale bastava effettuare un piccolo prelievo con la postpay per veder cadere “a pioggia” tutte le banconote rimaste in "coda".

Il più giovane dei due è stato “pizzicato” dagli agenti in Via Leopardi, con in tasca il “forchettone” da scasso e un altro identico arnese gettato a terra lì vicino. Il ragazzo aveva appena prelevato 20 euro con il suo postepay. Poco lontano da lì, a piazza Cavour, il complice aspettava in auto con un altro attrezzo da scasso e con 1400 euro nascosti nel bracciolo porta oggetti. I due avevano rapinato recentemente altri due sportelli bancomat, in Via Palestro e in località Marina di Montemarciano, che gli avevano fruttato un bottino di circa 6.000 euro, denaro che poi gli Agenti hanno rinvenuto e sequestrato nel corso della perquisizione effettuata presso il domicilio dei due fermati.   
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Acquaroli firma l'ordinanza: 5 comuni marchigiani in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento