Cronaca

Vertenza Elica, scioperi a singhiozzo per tutta la settimana

Si parte oggi fino a venerdì 25 giugno nei vari reparti degli stabilimenti dell'area Cooking, Cerreto D'Esi e Mergo, i lavoratori della multinazionale fabrianese si asterranno dal lavoro in modo alternato con il cosiddetto sciopero "a scacchiera"

Foto di repertorio

Elica, continua la mobilitazione. Al via una settimana intera di scioperi degli operai del settore Cooking. Produzioni rallentate con gli scioperi "a scacchiera" o a singhiozzo (cioè l'astensione in modo alternato di gruppi o reparti di lavoratori fra loro collegati nell'attività produttiva) anche negli stabilimenti di Cerreto D'Esi e Mergo. 

Continua così la mobiltazione contro i contenuti del piano strategico 2021-2023 presentato dalla multinazionale di Fabriano, leader mondiale nel settore delle cappe aspiranti. Sono previsti 409 esuberi su 560 totali dipendenti del comprensorio, chiusura dello stabilimento a Cerreto D'Esi e delocalizzazione del 70% delle produzioni effettuate oggi nei siti di Fabriano, Cerreto e Mergo. Si attende l'incontro del 30 giugno convocato, in videoconferenza, dal Ministero dello Sviluppo economico. «Continuare la mobilitazione si rende necessario - dice Pierpaolo Pullini della segreteria provinciale della Fiom di Ancona e responsabile per del distretto economico di Fabriano - perché a prescindere dalle dichiarazioni, l'azienda sta continuando con il suo progetto di delocalizzazione, le produzioni stanno uscendo dagli stabilimenti italiani e si rende indispensabile mobilitarci per difendere il lavoro che ci stanno portando via. Il 30 giugno saremo pronti a verificare le reali disponibilità tanto annunciate dal management di Elica e anche ad avanzare le nostre proposte per il futuro di Elica sul territorio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Elica, scioperi a singhiozzo per tutta la settimana

AnconaToday è in caricamento