Tornano i vandali, l'ultimo sfregio alla pineta con insulti alle forze dell’ordine

I vandali hanno colpito nottetempo battezzando panchine, biliardini e inferriate accanto al parco giochi. La rabbia di un dipendente: «Servono telecamere»

La panchina vandalizzata

Sono ricomparsi nella notte tra martedì e mercoledì, stavolta hanno lasciato le loro firme a pennarello su due panchine e cinque biliardini dell’area giochi del Passetto. I vandali non hanno ancora un nome, ma una sigla si: “Guse” o qualcosa del genere. La scritta è una via di mezzo tra un simbolo e un ammasso di lettere, ma sulle panchine della pineta ci sono anche messaggi perfettamente leggibili e poco edificanti nei confronti delle forze dell’ordine. «Almeno stavolta non ci sono stati danni ai giochi- commenta Arnaldo Loreti, dipendente del parco giochi- avevano rotto un distributore di palline e le pale di una giostra a forma di elicottero. Qui bisogna installare delle telecamere di sorveglianza che funzionino». 

Il raid ha colpito due panchine accanto ai biliardini: su una, oltre alla scritta “Guse” ci sono anche due inviti. Il primo è destinato a urbi et orbi: “Alt” e quello poco sotto, esplicito e volgare, è rivolto specificatamente alla “Polizia e i Caramba”. Sulla panchina accanto c’è la firma di un certo “Collettivo Michelangelo” accanto a quella di una fantomatica “Costa Adriatica”, ma la sigla che ricorre su quasi tutti i biliardini da calcio balilla è sempre “Guse”. La stessa firma compare anche su un paletto e sugli adesivi bianchi attaccati a decine sull’inferriata che separa la pineta dall’inizio di via Panoramica. Stesso inchiostro nero che lascia pensare alla stessa mano. Il raid si è verificato a poca distanza dalle panchine batezzate lo scorso novembre
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • «Mi ha fotografata mentre ero in bagno». Scoppia la lite al mare, arriva la polizia

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • Tamponano un carabiniere, l'auto si ribalta: all'ospedale due donne e un neonato

Torna su
AnconaToday è in caricamento