Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Passetto / Piazza IV Novembre

Distrutti lampioni e giochi, spunta un terzo gruppo di vandali: la Polizia sulle tracce di 10 minori

Sull’indagine c’è il massimo riserbo da parte delle autorità, ma non ci sono dubbi sul fatto che si tratti di un terzo gruppo più allargato, di anconetani di età compresa tra i 16 e 17 anni

Dopo l’incendio al parco di Posatora e la denuncia di altri 6 ragazzi per le devastazioni di Portonovo, spunta una terza baby gang interamente composta da minorenni. E ad Ancona è allerta vandalismo. Un altro caso, il terzo nel giro di un'estate, per la Squadra Mobile di Ancona, coordinata dal capo Carlo Pinto, che è sulle tracce di almeno 10 ragazzi presunti responsabili dei recenti atti vandalici commessi al parco pineta del Passetto. E’ lì che la baby gang ha distrutto diversi lampioni per un danno da circa 20mila euro. E poi staccionate divelte, fracassata la fontanella e distrutti dei giochi pubblici tra cui almeno due altalene. Non c’è pace dunque per l’arredo urbano cittadino e i beni pubblici di Ancona, prede predilette di bande di adolescenti annoiati che diventano teppisti.

Già, teppisti, perché non ci sono altre accezioni per chi vandalizza in modo reiterato parchi e beni della collettività con precisa intenzione di arrecare danni. Infatti secondo quanto ricostruito dalle prime indagini si tratterebbe di almeno tre episodi. Tutti in zona Passetto. Il primo risale a fine maggio quando il branco ha distrutto una serie di lampioni da poco installati dal Comune di Ancona. Dopo averli divelti sono stati lanciati tre gli Incendio alla pineta del Passetto-2arbusti di un piccolo dirupo e poi avrebbe anche appiccato un piccolo incendio che, per fortuna, non ha avuto conseguenze (foto a sinistra). In una seconda occasione, sono stati spaccati altri lampioni e due altalene. Ed è da qui che sono partiti gli investigatori della Mobile dorica insieme al supporto dalla Polizia Scientifica, diretta dal primo dirigente Massimo Olivieri. Infine, l’ultimo caso, il 30 giugno, quando l’assessore Stefano Foresi ha scoperto che qualcuno aveva distrutto delle staccionate nell'area laghetti, per poi usare i legni rotti per sfasciare una fontanella d’acqua e altri punti luce. 

Sull’indagine c’è il massimo riserbo da parte delle autorità, ma non ci sono dubbi che si tratti di un terzo gruppo indipedente dai primi due. Questa volta più allargato dove graviterebbero almeno 10 ragazzi, tutti tra i 16 e 17 anni e tutti anconetani. Qualcuno di loro, da poco avrebbe anche compiuto la maggiore età. Un limite, quello anagrafico, che cambia il cursus giudiziario ma non la gravità dei fatti che la Polizia è pronta a contestare ai responsabili. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutti lampioni e giochi, spunta un terzo gruppo di vandali: la Polizia sulle tracce di 10 minori

AnconaToday è in caricamento