menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vandali al PalaMenotti

Vandali al PalaMenotti

Vandali al PalaMenotti, il sindaco: «Persone che non meritano rispetto»

Un gesto ignobile che ricadrà pesantemente sulla comunità. A commentare la vicenda proprio il primo cittadino Damiano Bartozzi

MONTEMARCIANO - Atti vandalici ai danni del palasport PalaMenotti di via delle Querce, struttura utilizzata dagli alunni degli istituti comprensivi Montemarciano-Marina, ma anche sede dell'Urp Montemarciano Basket. 

I vandali si sono introdotti nella struttura nella notte, causando danni ma per fortuna non rubando nulla. Ad accorgersi di quanto successo è stata una collaboratrice Ata, che questa mattina ha notato una porta aperta nell'ingresso della palestra. I vandali infatti sono riusciti a scardinare la porta e, dopo essere entrati, hanno scaricati gli estintori nelle tribune e nel parquet del palazzetto. Non paghi hanno pensato bene di lasciare la manichetta dell'antincendio aperta, provocando un allagamento nella parte alta del palazzetto dove si trovano proprio le tribune. L'acque è arrivata fino al parquet e filtrata attraverso il soffitto ed i canali dell'illuminazione nei piani sottostanti, dove si trovano gli spogliatoi ed i quadri elettrici, provocando inoltre il corto circuito degli impianti. Per concludere i vandali hanno rovesciato un distributore automatico di caffè, allagato gli spogliatoi e rotto il vetro di una scuola media. Il tutto provocando danni per decine di migliaia di euro e rendendo la palestra inagibile. Sul posto, allertati dal sindaco Bartozzi, sono intervenuti i carabinieri che ora dovranno indagare su quanto successo per risalire ai responsabili.

Un gesto ignobile che ricadrà pesantemente sulla comunità. A commentare la vicenda proprio il primo cittadino Damiano Bartozzi: «Chiunque abbia fatto un atto di questo genere ha leso il diritto di tutti ad usufruire di una struttura che rappresenta un luogo di aggregazione per la comunità e che ora dovrà rimanere chiusa impedendo lo svolgimento delle attività sportive previste. Guai quindi a chi dice che si tratta di una ragazzata. Queste persone non meritano il rispetto di nessuno».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rione Pinocchio, perché si chiama così? (La statua non c’entra)

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento