Vandali, la Mancinelli tuona: «La pagheranno anche se sono minorenni»

Il sindaco manda un messaggio diretto anche alle famiglie: «Servono adulti credibili, ma è importante anche la sanzione. Faremo applicare la legge».

La Mancinelli

«Il vandalismo giovanile è diventato un problema reale e per i recenti danneggiamenti si andrà a processo anche se i responsabili sono minorenni». Il sindaco Valeria Mancinelli mette le cose in chiaro davanti a circa 60 cittadini di Pietralacroce che lunedì 10 luglio hanno partecipato all’assemblea pubblica al campo sportivo del quartiere. I vandali hanno colpito nelle scorse settimane e per l’ennesima volta anche la stessa struttura sportiva. L’assessore comunale alle manutenzioni Stefano Foresi ha annunciato l’installazione di un impianto di videosorveglianza sul posto, ma durante l’incontro si è parlato anche dei fatti di Portonovo, Posatora e Passetto.

«Il fenomeno interessa una esigua minoranza dei nostri ragazzi tra i 16 e i 17 anni ma è comunque impressionante- ha detto la Mancinelli- Il 90% dei responsabili sono italiani e lo dico perché è facile esorcizzare il mostro identificandolo con quelli di origine diversa. I numeri dicono invece che il problema è trasversale e coinvolge ragazzi di famiglie non disagiate, quindi il problema non è solo di qualcun altro». Il sindaco ha ribadito che i recenti casi di vandalismo sono al vaglio della magistratura e ha mandato un messaggio diretto ai responsabili e alle loro famiglie: «Ai ragazzi va dato l’esempio di adulti credibili, ma in una strategia educativa è importante anche la sanzione». La minore età non è una scusante: «Non esiste un contesto che assolve dalle responsabilità individuali e un ruolo importante lo hanno anche le istituzioni. Noi, come amministrazione comunale, useremo tutti gli strumenti dell’ordinamento giuridico e faremo di tutto affinché questi ragazzi abbiano chiare le responsabilità che devono assumersi anche nei confronti delle loro famiglie. C’è una legge e la faremo applicare». Poi l’appello: «Le forze dell’ordine hanno fatto un ottimo lavoro e sono bravissime, ma deve crescere anche il senso civico o non cambierà nulla».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il caso più recente riguarda la pineta del Passetto. Gli agenti della squadra Mobile hanno denunciato 19 ragazzini ritenuti responsabili dell’incendio di siepi e cassonetti. Danneggiata anche la staggionata recentemente ristrutturata nell'area dei laghetti. Sul tema del vandalismo è intervenuto anche Stefano Foresi: «Sono dei vigliacchi, perché agiscono di notte. Sono già stati presi i responsabili dei danneggiamenti ai laghetti, all’ex Mutilatini e alle scuole Faiani, così come quelli che hanno incendiato Posatora. Cercheremo in tutti i modi di tutelare i nostri 140 parchi cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima il gelato al bar, poi la "società" per il gratta e vinci: due clienti vincono 10mila euro

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • «Vi faccio ammazzare dalla mafia», si presenta sotto casa di ex e figlia con la mazza

  • Bonus Inps, Rubini su Facebook: «Io l'ho preso, ora processatemi»

  • Terribile schianto in autostrada, donna si ribalta con l'auto: atterra l'eliambulanza

  • Cade in piazza e non riesce ad alzarsi, paura per una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento