Cronaca

«Vaccini prenotabili da metà giugno anche per gli under 40»

«Ritengo che dalla metà di giugno possa esserci un passo avanti anche nelle prenotazioni di questi soggetti, abbiamo tutte le carte in regola»

ANCONA - L'assessore alla salute ha parlato della situazione vaccinale focalizzando la sua attenzione sul calo inaspettato di prenotazioni per gli over40. Per gli under40 via libero dalla seconda metà di giugno 

A margine della conferenza stampa sulla lotta ai tumori con il via libera alla tecnologia CAR-T-cell, l'assessore alla salute Filippo Saltamartini ha parlato anche della situazione vaccini facendo un punto generale: «Per le vaccinazioni vi chiedo la grande cortesia di informare i cittadini che da quarant'anni in su si possono vaccinare perché abbiamo un calo di prenotazioni. Ci stiamo organizzando per vaccinare persone con patologie e ci dobbiamo organizzare per la vaccinazione nelle aziende e nel settore turistico. La nostra regione per efficienza di vaccinazione è una delle prime a livello nazionale. Dobbiamo essere capaci di identificare l'organizzazione, alla fine di giugno sono sicuro arriveremo ad un milione di immunizazione. Under40? Ritengo che dalla metà di giugno possa esserci un passo avanti anche nelle prenotazioni di questi soggetti, abbiamo tutte le carte in regola per centrare l'obiettivo».

E ancora: «Vaccinare persone con più di sessant'anni non significa impedire l'avanzata del virus, vanno vaccinati soprattutto i giovani che hanno una mobilità elevata. Quando a gennaio dissi che entro giugno arriveremo all'immunizazione di massa fui criticato, oggi qualcuno si dovrà ricredere ma di questo va dato merito anche ai tanti farmacisti che si sono spesi per la causa. Ricordo anche che abbiamo avuto l'intuizione di istituire i tamponi di massa nei palazzetti dello sport e questa non è una cosa di poco conto». Non è mancata anche una battuta sulla riapertura al pubblico di stadi e palazzetti da giugno: «Se arriveremo ad un milione di vaccinati, e parliamo di vaccinare anche i più piccoli da sedici anni in giù, il problema non si pone neanche. Dobbiamo tornare alla libertà, la compressione dei diritti e delle libertà diventa difficile garantirla per altri mesi. Dobbiamo arrivare il prima possibile alla vaccinazione di tutti i marchigiani». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Vaccini prenotabili da metà giugno anche per gli under 40»

AnconaToday è in caricamento