Cronaca

Vaccino in farmacia, c'è l'accordo: 7 euro per ogni somministrazione

Alla firma erano presenti sia l'assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini, che i rappresentanti delle farmacie comunali (Assofarm) e private (Federfarma)

Raggiunto oggi pomeriggio l'accordo tra la Regione e le associazioni di categoria dei farmacisti, sulla somministrazione dei vaccini nelle farmacie marchigiane. Alla firma erano presenti sia l'assessore regionale alla Sanità, Filippo Saltamartini, che i rappresentanti delle farmacie comunali (Assofarm) e private (Federfarma).

«La volontà della Regione Marche- spiega in una nota Saltamartini- è quella di incrementare le vaccinazioni anti Covid-19 e mettere al sicuro quanto prima l'intera popolazione. Con le farmacie, che ringrazio per la collaborazione, abbiamo quindi concordato il percorso operativo attraverso il quale diverranno nuovi punti di vaccinazione disponibili per i cittadini». Quando i farmacisti avranno terminato la formazione specifica e saranno abilitati alla somministrazione del vaccino, nelle farmacie che aderiranno all'iniziativa sarà possibile eseguire le vaccinazioni anti-Covid. L'Accordo regionale, valido fino al 31 dicembre, prevede che al farmacista venga riconosciuta, in coerenza con l'Accordo quadro nazionale, una remunerazione di 6 euro per ogni inoculazione a cui sarà aggiunto un euro per le funzioni organizzative, per i dispositivi di protezione individuale e per i materiali di consumo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino in farmacia, c'è l'accordo: 7 euro per ogni somministrazione

AnconaToday è in caricamento