rotate-mobile
Cronaca

Vaccini fake al Paolinelli, si cercano altre 20 persone tra intermediari e utenti no vax

Si allunga la lista di chi ha pagato centinaia di euro pur di ottenere il Green pass. Nel mirino degli investigatori ci sono altre 20 persone, tra intermediari ed "pazienti" no vax

ANCONA - Ci sarebbero almeno altre 20 persone coinvolte nella maxi inchiesta "Euro Green Pass", l'operazione della Squadra Mobile di Ancona che ha scoperto il falso giro di vaccini al Paolinelli, l'hub di via Schiavoni. Nella lista ci sarebbero altri intermediari ed utenti no vax, pronti a pagare centinaia di euro per avere illegalmente la certificazione verde.

Le indagini

Una pratica, quella messa in piedi dall'infermiere falconarese Emanuele Luchetti, che secondo gli inquirenti andava avanti già da prima di dicembre, mese in cui sono iniziate le indagini grazie alla denuncia del medico Gabriele Miglietta. A dare credito agli 007 alcuni frasi estrapolate dalle intercettazioni, dove si sente Luchetti confermare che «no, non siamo partiti adesso, in questo discorso qui. Prima (parlando del prezzo ndr) era di 50». Parole che Luchetti, ignaro di essere registrato, riferisce al suo amico e collega Gabriele Miglietta durante una delle loro conversazioni. Gli investigatori stanno concentrando i loro sforzi anche su altri intermediari, che avrebbero avuto il ruolo di procacciare gli utenti no vax. Oltre a Daniele Mecozzi, Daniela Maria Zeleniuschi, Stefano Galli e all'avvocato anconetano Gabriele Galeazzi ci sarebbero anche altre persone. A confermarlo, indirettamente, è proprio Luchetti che parla di «una di Fabriano, la stessa che ne ha portati due su oggi, che è in attesa di portarne altri quattro. Le fonti sono diverse e man mano andiamo avanti». Intanto domani (13 gennaio) è previsto l'interrogatorio di garanzia di Emanuele Luchetti, mentre il 17 gennaio quello degli altri 4 intermediari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini fake al Paolinelli, si cercano altre 20 persone tra intermediari e utenti no vax

AnconaToday è in caricamento