rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Vaccini fake, respinti i ricorsi: l'infermiere resta in carcere, l'avvocato ai domiciliari

Il tribunale del Riesame ha respinto le richieste avanzate dai legali di Emanuele Luchetti e Gabriele Galezzi. Sono indagati per peculato, corruzione e falso

Il tribunale del Riesame si è espresso ieri respingendo le istanze presentate dai legali di due degli indagati nell’inchiesta portata avanti dalla squadra Mobile di Ancona denominata Euro Green pass. Così l’infermiere Emanuele Luchetti resterà in carcere e l’avvocato Gabriele Galeazzi dovrà rimanere agli arresti domiciliari. Il primo è accusato di aver finto di somministrare i vaccini in cambio di denaro mentre il secondo è considerato dagli inquirenti uno dei quattro intermediari che avrebbero dovuto procurare "clienti" no vax all'infermiere dell'hub Paolinelli. 

Martedì era stata avanzata per loro la richiesta di misure più lievi ma il collegio dei giudici, presieduto da Paola Moscaroli, non ha accolto le richieste presentate dai loro avvocati. Sono attese a giorni le motivazioni del rigetto. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini fake, respinti i ricorsi: l'infermiere resta in carcere, l'avvocato ai domiciliari

AnconaToday è in caricamento