Urla, vandalismo e un lampione preso a calci, fermato un gruppo di giovani

Sempre durante i controlli i la Polizia, verso le ore 22, ha scoperto due tunisini muoversi sospetti tra alcuni capannoni di via Mattei

Le volanti in corso Carlo Alberto

Questa notte, verso l’1,30 una pattuglia della Squadra Volante ha notato un gruppo di giovani esagitati che urlavano e correvano in via Cristoforo Colombo. Oltre agli schiamazzi, il gruppo, simulando mosse acrobatiche, saltava sopra i cordoli e i muretti arrampicandosi e volteggiando anche sopra i cartelli stradali e pubblicitari. Non solo perché uno di loro, arrivato vicino un locale pubblico, ha tirato un calcio violento spaccando così un lampione danneggiandolo, tra gli applausi e le risate dei coetanei. A quel punto i poliziotti li hanno bloccati e identificati. Si tratta di 3 italiani anconetani tra i 19 e i 22 anni e due nordafricani regolari sul territorio nazionale, di 21 e 23 anni. Con loro anche due romeni, uno dei quali è i responsabile del danneggiamento al lampione. Tutti ammoniti, mentre per il 20enne é scattata una denuncia in stato di libertà per il reato di danneggiamento.
 
Sempre durante i controlli i la Polizia, verso le ore 22,  ha scoperto due tunisini muoversi sospetti tra alcuni capannoni di via Mattei. Fermati, hanno dato generalità errate volutamente e così sono stati denunciati per false attestazioni a Pubblico Ufficiale ed affidato agli agenti dell’Ufficio Immigrazione che sta valutando il suo allontanamento dall’Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento