rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Cronaca

Fa pipì al parco ma non è “reato”, anziano assolto. Adesso sarà multato

Si salva dall'accusa di atti osceni in luogo pubblico ma dovrà rispondere di atti contrari alla pubblica decenza 

ANCONA – A lui era sembrato normale, fare la pipì su una pianta, in un parco, perché non riusciva più a trattenerla. Era il periodo della pandemia e del lockdown, con tante attività ancora chiuse al pubblico. Quel giorno, era il 23 aprile del 2020, non sarebbe nemmeno dovuto uscire di casa senza avere un valido motivo ma l'uomo, un 70enne di origine straniera, si era incamminato per raggiungere la fermata del bus, in piazza Ugo Bassi, per prendere un mezzo pubblico che gli serviva per raggiungere la spiaggia e andare a pesca. Attorno alle 10, mentre attendeva l'autobus, ha avvertito il bisogno di andare in bagno. Doveva fare subito pipì e così ha raggiunto l'area verde lì vicino e ha urinato su una aiuola. Una pattuglia della polizia, che girava per i controlli, lo ha visto e ha chiesto subito conto di cosa stava facendo. «Non la trattenevo più – avrebbe detto l'anziano – ho fatto pipì». 

Gli agenti prima lo hanno multato perché era fuori casa senza un valido motivo poi lo hanno denunciato per atti osceni in luogo pubblico. La cosa è andata avanti giudiziariamente parlando e l'episodio è finito all'udienza preliminare che si è tenuta ieri davanti al giudice Alberto Pallucchini. Il difensore del 70enne, l'avvocato Giuseppe Cutrona (foto in basso), ha ravvisato che l'accusa non era consona all'accaduto, contestando semmai un atto contrario alla pubblica decenza piuttosto che il reato di atti osceni. Il gup si è espresso con un non luogo a procedere nei confronti dell'anziano, perché il fatto «non è previsto dalla legge come reato» e ha inviato gli atti alla Prefettura che ora potrebbe procedere con una sanzione amministrativa nei confronti del 70enne. 

giuseppecutrona

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fa pipì al parco ma non è “reato”, anziano assolto. Adesso sarà multato

AnconaToday è in caricamento