Uova contaminate, richiamati alcuni lotti in provincia: “Controllate il codice“

Se non più in possesso della confezione, i cittadini possono controllare il guscio delle uova in quanto il codice di identificazione 3IT036AN089 è stampigliato anche sul guscio stesso

Foto di repertorio

Attivate le procedure di richiamo di uova di varie categorie provenienti dall’allevamento "Società Agricola Fattorie Valle del Misa di Ostra Vetere", identificati con i lotti 31-32-33-e 34 2017, codice allevamento 3IT036AN089. In un campione infatti è stato riscontrato un valore di Fipronil pari a 0.98 mg/kg, superiore al limite di tossicità acuta di 0,72 mg/kg. Nel caso in cui i cittadini siano in possesso di uova provenienti da questi lotti, sono invitati a non consumarle e riportarle al punto vendita. Se non più in possesso della confezione, i cittadini possono controllare il guscio delle uova in quanto il codice di identificazione 3IT036AN089 è stampigliato anche sul guscio stesso.

Il provvedimento è stato comunicato ieri sera dai competenti Servizi Veterinari dell’Area Vasta 2 – ASUR Marche alla Regione ed al Ministero della Salute. Si segnala in proposito l’opinione dell'Istituto tedesco di valutazione BfR No. 016/2017, del 30 Luglio 2017, che prende in considerazione un potenziale consumo di uova contaminate da 1,2 mg Fipronil/kg (contaminazione quindi maggiore di quanto rilevato nei lotti di cui si sta effettuando il richiamo). Il BfR identifica nella sua valutazione una categoria di consumatori a potenziale rischio per superamento della dose acuta di riferimento solo nei bambini di peso corporeo medio 8.7 kg, con un consumo di circa 2 uova al giorno, quadro che, come sottolinea l'Istituto superiore di sanità in un proprio parere del 18/8 scorso, mal rappresenta, per larghissimo eccesso, i reali consumi della popolazione italiana soprattutto in riferimento ai bambini Proseguono intanto, da parte dei competenti Servizi Veterinari dell’ASUR Marche, le attività di campionamento di uova decise, a tutela del consumatore, dall’Assessorato alla Salute regionale per tutti gli allevamenti di galline ovaiole presenti nel territorio marchigiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento