Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Baraccola / Via Bruno Buozzi

Gatto rifugiato nel vano motore, salvato dai carabinieri: 60enne si commuove e lo adotta

I carabinieri, convinti che il gattino avesse bisogno di cure, non hanno desistito e hanno rintracciato i proprietari di 2 auto dove il piccolo si nascondeva

Foto di repertorio

Un randagio in meno, un animaletto che da oggi potrà godere del calore e dell’amore di una casa e un padrone amorevole. Questo grazie alla sensibilità dei carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Ancona che, con una certa insistenza, hanno salvato il gatto e poi alla generosità di un 60enne anconetano che, dopo esserselo trovato nella sua auto, si è commosso e ha chiesto di poterlo adottare.

La bella notizia è di ieri ed è avvenuta in via Bruno Buozzi, dove un passante ha sentito un forte miagolio provenire da una Ford Focus parcheggiata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Temendo per il micio, i militari hanno contattato il proprietario del veicolo, il quale, arrivato sul posto, ha aperto il vano del motore, consentendo ai carabinieri di tirar fuori in sicurezza l’animaletto che però, una volta fuori, è saltato via e si è ricacciato nel cofano di un’altra macchina: una Saab. I carabinieri, convinti che il gattino avesse bisogno di cure, non hanno desistito e hanno rintracciato anche il proprietario della seconda auto. Questa volta il gatto non è scappato e l’uomo, un 60enne anconetano, commosso dalla tenerezza di quel cucciolo, ha chiesto ai carabinieri di poterlo adottare.  E’ stato possibile solo dopo l’intervento del veterinario dell’Asur, che ne ha confermato la condizione di randagio, dopo aver certificato l’assenza di qualsiasi segno e microchip. Sono così state avviare le procedure per l’adozione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatto rifugiato nel vano motore, salvato dai carabinieri: 60enne si commuove e lo adotta

AnconaToday è in caricamento