Hiv, Pinti condannato per aver contagiato le partner

L’ex autotrasportatore di Montecarotto è stato giudicato colpevole dal gup alla termine dell’udienza con rito abbreviato

Omicidio volontario e lesioni gravissime per aver contagiato consapevolmente le sue ex. Il gup Paola Moscaroli ha condannato a 16 anni e 8 mesi, Claudio Pinti, l’ex autotrasportatore 35enne di Montecarotto gravemente ammalato di Hiv, al termine dell’udienza con rito abbreviato che si è tenuta questa mattina in Tribunale ad Ancona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pinti, detenuto ricoverano in ospedale, era presente in aula. La difesa valuterà il ricorso in appello. La Procura aveva chiesto una pena di 18 anni. La vicenda era venuta allaluce dalle indagini dopo la denuncia di una delle ex fidanzate ma secondo la Procura l’uomo, in 10 anni di sieropositività, ha contagiato centinaia di partner, convinto come era che l’Hiv non esistesse affatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

  • «Aiuto, lasciami, non mi toccare», le ultime parole di Fiorella prima del colpo mortale

  • «Ci ha aggredito nel sonno, mi ha picchiato e poi mi ha colpito più volte con un vetro»

Torna su
AnconaToday è in caricamento