Hiv, Pinti condannato per aver contagiato le partner

L’ex autotrasportatore di Montecarotto è stato giudicato colpevole dal gup alla termine dell’udienza con rito abbreviato

Omicidio volontario e lesioni gravissime per aver contagiato consapevolmente le sue ex. Il gup Paola Moscaroli ha condannato a 16 anni e 8 mesi, Claudio Pinti, l’ex autotrasportatore 35enne di Montecarotto gravemente ammalato di Hiv, al termine dell’udienza con rito abbreviato che si è tenuta questa mattina in Tribunale ad Ancona.

Pinti, detenuto ricoverano in ospedale, era presente in aula. La difesa valuterà il ricorso in appello. La Procura aveva chiesto una pena di 18 anni. La vicenda era venuta allaluce dalle indagini dopo la denuncia di una delle ex fidanzate ma secondo la Procura l’uomo, in 10 anni di sieropositività, ha contagiato centinaia di partner, convinto come era che l’Hiv non esistesse affatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento