menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La rivoluzione dei dati: protagonista la ricerca

Stiamo vivendo nell’epoca della rivoluzione dei dati. Intelligenza Artificiale, Internet of Things, Open Data, Cybersecurity e Industria 4.0 stanno cambiando il modo di fare ricerca

Stiamo vivendo nell’epoca della rivoluzione dei dati. Intelligenza Artificiale, Internet of Things, Open Data, Cybersecurity e Industria 4.0 stanno cambiando il modo di fare ricerca e si studia l’impatto che avranno sulle nostre vite. Questi i temi al centro della Conferenza GARR dal titolo Data (R)evolution, ospitata quest’anno dall’Università di Cagliari dal 3 al 5 ottobre dove si confronteranno le eccellenze della ricerca italiana. Tra gli ospiti Sauro Longhi, Rettore dell'Università Politecnica delle Marche e Presidente del GARR che sarà uno dei relatori del seminario del 4 ottobre (ore 9.30-11)  “Industria 4.0: the Italian way”: una chiacchierata tra Francesco Profumo (Presidente Compagnia di San Paolo e Fondazione Bruno Kessler), Elio Catania (Presidente Confindustria Digitale) e Sauro Longhi sulle sfide da affrontare e le opportunità da cogliere perché Industria 4.0 non sia solo uno slogan ma un’occasione di crescita per il nostro Paese, e su quale ruolo ricerca e istruzione possono giocare in questo processo.

Cos’è la manifattura additiva, la robotica avanzata? Si può parlare di cantieri edili innovativi? “Si – secondo il Rettore Longhi – e non si tratta di uno sguardo nel futuro ma una fotografia del presente. Sono temi che trattiamo all’interno dei nostri dipartimenti di ricerca e che stiamo trasferendo alle aziende del territorio. Sono infatti 3 i progetti di altrettanti Dipartimenti della Politecnica che trattano questi temi tra gli 8  considerati “eccellenti” dal MIUR. Un campo molto promettente e a cui finora nessuno ha pensato di applicare questi concetti su larga scala è il cantiere edile, una manifattura molto importante che potrebbe sfruttare bene l’innovazione portata da Industria 4.0 prima di tutto per aumentare la sicurezza dei lavoratori, ma anche per rendere più efficiente i processi di costruzione e più tracciabile il costruito. Sulla possibilità di generare dati a partire da qualunque processo produttivo, che poi possano essere utilizzati per migliorare i processi e generare nuova innovazione si aprono scenari molto interessanti anche per i tanti laureati che escono dai nostri corsi. Il mondo sta cambiando e i cambiamenti che stiamo realizzando a mio parere miglioreranno il vivere di tutti i cittadini, purché siano fatti in un’ottica di inclusione, altrimenti non c’è futuro. Inventeremo nuovi mestieri e nuovi modi di produrre in maniera comune con le varie parti che hanno a cuore il benessere della nostra società”.

Durante il seminario parlerà di Industria 4.0 e IoT (Internet of Things) anche il prof. Emanuele Frontoni dell’UnivPM con uno speach dal titolo "Ottimizzazione della produzione e della logistica per il riuso di componenti obsolete nell'industria degli accessori moda". “Il mercato della moda è in continuo movimento -afferma il prof. Frontoni - e ha variazioni continue della domanda e dell’offerta in quantità e qualità. Anche il mercato degli accessori moda e in particolare degli occhiali ha le stesse caratteristiche. Questa variabilità del mercato porta a dover gestire in modo accurato sia la produzione che l’approvvigionamento di materie prime, nonché la gestione della logistica per il trasporto di componenti nelle varie sedi di stoccaggio che possono essere dislocate in continenti diversi. Questo lavoro presenta una architettura software con all’interno un modulo di ricerca operativa atto per creare un Decision Support System (DSS) in grado di mostrare il miglior piano produzione per massimizzare il profitto oppure un ventaglio di soluzioni da vagliare in base ad un determinato trade-off. In questo articolo è stato analizzato e studiato un caso reale fornito da un’azienda leader nel settore della produzione di occhiali.”
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, un contagio a scuola: due classi in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento