Università, Riccardo Morandi e i suoi ponti: convegno alla Politecnica

Il convegno si tiene mercoledì 5 dicembre all’Università Politecnica delle Marche alle ore 17:00 presso l’Aula A della Facoltà di Economia

Un ponte di Riccardo Morandi

Riccardo Morandi è stato il progettista di ponti più bravo di tutti, senza paragoni possibili in Italia e con pochi rivali nel mondo. Ha progettato circa 200 ponti e viadotti, in gran parte nel nostro territorio e molti all’estero, introducendo innovazioni che hanno consentito progressi enormi alla scuola italiana di ingegneria. La sua opera è talmente diffusa che risulta molto difficile ancora oggi tornare a casa da un viaggio senza passare sopra uno dei suoi ponti.

“Riccardo Morandi e i suoi ponti” è il titolo del convegno che si tiene mercoledì 5 dicembre all’Università Politecnica delle Marche alle ore 17:00 presso l’Aula A della Facoltà di Economia. Si tratta di un appuntamento che rientra nel ciclo di conferenze "Architettura, Forma, Spazio e Costruzione" a cura del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Architettura dell’Unvipm insieme all’Ordine degli Ingegneri Provincia di Ancona, all’Istituto Nazionale di Architettura, a Gagliardini Mappelab, all’associazione studentesca Cento55 e a OAPPCAN.
Ospite dell’appuntamento la prof.ssa Tullia Iori, dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, oggi riconosciuta come la più importante studiosa dell’ingegneria italiana del Novecento, ci parlerà di Riccardo Morandi e delle innovazioni da lui portate nella realizzazione di numerose opere dell’ingegneria del novecento.

Intervengono: Sauro Longhi, Rettore Univpm, Francesco Maria Chelli, Preside della Facoltà di Economia, Marco D'Orazio, Preside della Facoltà di Ingegneria, Gianluigi Mondaini, Presidente del CdL Ingegneria Edile Architettura Univpm. Riccardo Morandi è stato una delle figure più importanti dell’ingegneria in Italia il cui nome viene oggi associato, purtroppo, al crollo del viadotto Polcevera a Genova. Il convegno vuole essere il tentativo di riportare al centro della discussione la ricerca e la tecnica e per illustrare la figura di Morandi collocandola all’interno di un periodo storico nel quale la scuola di ingegneria italiana aveva un particolarissimo rilievo a livello internazionale.

Tullia Iori, Ordinario di Architettura Tecnica all’Università di Tor Vergara, è autrice di numerosi saggi sull’ingegneria strutturale italiana ed è co-Investigator nel progetto SIXXI (ERC Advanced grant 2011 | P.I. Sergio Poretti) dedicato alla Storia dell'ingegneria strutturale italiana nel XX secolo.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento