Università sempre più internazionale, relazioni anche con il Sud-Est asiatico

Nella valigia del Prof. Mario Giordano le eccellenze Univpm di agraria, economia, ingegneria, medicina e scienze tra Tailandia, Myanmar, Filippine e Indonesia

Mario Giordano durante il Forum dei Rettori organizzato dalla Kasetsart University in Tailandia.

L’Università Politecnica delle Marche ancora più internazionale grazie alle relazioni allacciate dopo la missione in Sud-Est asiatico compiuta nella prima metà del 2018 dal Delegato all’Internazionalizzazione Prof. Mario Giordano. Il primo giro di boa della missione aveva l’obiettivo di far collaborare università differenti per mettere in circolo conoscenze diverse per la ricerca ma anche per lo scambio di studenti e ha toccato Tailandia, Myanmar, Filippine e Indonesia.  6000 i chilometri percorsi per stabilire relazioni istituzionali con le principali università e le Ambasciate dei Paesi visitati.
   
In Tailandia, prima tappa del viaggio, il prof. Giordano ha partecipato ad un appuntamento speciale: il Forum dei Rettori organizzato dalla Kasetsart University, la principale università tecnico scientifica del Paese, in occasione del 75° anniversario della sua fondazione. Il Forum ha visto la partecipazione di circa 80 rettori (o loro delegati) provenienti da tutte le parti del mondo. Tra i 10 relatori invitati il Delegato è stato chiamato per uno speach sulle “strategie per l’internazionalizzazione delle università del futuro".  Successivamente al Forum, si è svolta una cerimonia di firma di un accordo istituzionale tra UNIVPM e la Kasetsart University.

L’obiettivo della tappa in Myanmar, invece, è stato quello di dare il via a relazioni con le istituzioni di educazione superiore di un Paese la cui economia sta crescendo in maniera vorticosa. La prima visita in Myanmar è stata fatta alla nostra Ambasciata mentre il secondo incontro ha avuto luogo presso il Dipartimento di Istruzione Superiore del ministero dell’istruzione, nella capitale Nay Pyi Taw. Terza e ultima tappa all’Università di Yangon, la principale del Paese.  

Alle Filippine la visita si è concentrata presso le tre principali università: l’Ateneo de Manila a Quezon, la De La Salle University a Manila e la University of the Philippines (Diliman). Tantissimi gli interessi comuni su cui poggiare solide basi per corsi a doppio titolo e scambio studenti come l’ingegneria biomedica, le fonti energetiche alternative, la gestione dei rifiuti e delle acque reflue, food and beveragesinfermieristica e dietologia e la gestione delle barriere coralline.   

Diverse le università incontrare in Indonesia: la Gadjah Mada, l’Universitas Indonesia (principale università pubblica indonesiana, accoglie 43.000 studenti e 2.000 studenti internazionali), la Binius University e la Trisakti. Diverse le attività di ricerca congiunte in cui si è focalizzato il reciproco interesse nelle aree del cutural heritage, ingegneria energetica e automotive, scienze marine e studi ambientali, commercio internazionale e medicina. Importanti gli incontri presso l’Eijckman Institute un centro di eccellenza che oggi si occupa di malattie genetiche e infettive e presso il Ministero dell’Istruzione e della ricerca.  

Non mancano poi gli sviluppi sui rapporti già consolidati nel tempo come quello che vede insieme al lavoro nel laboratorio la Shantou University e l’UNIVPM nella sede cinese. Le università hanno competenze diverse e complementari nella ricerca relativa alle alghe, la loro funzione negli ecosistemi marini e la loro applicazione nelle esplorazioni delle risorse rinnovabili, il controllo dell'inquinamento e la salute degli ecosistemi nell'ambito del cambiamento climatico globale. Nel centro di ricerca si affrontano iproblemi ambientali globali e regionali per trovare soluzioni sostenibili. Per approfondire tutti questi temi si terrà una Summer School dal 16 al 25 agosto a cui si sono già iscritti in molti e per questo sarà necessaria una selezione. Info: https://sci.stu.edu.cn/stu-univpm-jarc/
 
STUDENTI ALL'UNIVPM (dal Sud Est Asia):

6 studenti attualmente iscritti all'UNIVPM (Indonesia, Malesia, Filippine e Vietnam) che frequentano una Laurea Magistrale con borsa FLOR.
14 i dottorati di ricerca (Tailandia, Vietnam, Malesia)
51 gli iscritti al master svolto in collaborazione con la Sam Ratulangi University (Manado – Indonesia)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento