Ucciso dopo gli insulti razzisti, Matteo Salvini: «La violenza non ha giustificazione»

Il segretario della Lega Nord è intervenuto con un post sulla sua pagina Facebook, dopo la morte del 36enne nigeriano, ucciso dopo aver reagito agli insulti razzisti alla compagna

Matteo Salvini

FERMO - Anche il leader del Carroccio è intervenuto con un post su Facebook, riguardo l'omicidio del 36enne nigeriano Emmanuel Chidi Namdi, morto dopo essere stato picchiato da un ultrà della Fermana. La vittima aveva reagito agli insulti razzisti del fermano, che aveva dato della «scimmia» alla sua compagna. 

Emmanuel era arrivato in Italia dopo essere fuggito dalla Nigeria, dove lui e la sua compagna avevano perso i loro familiari in uno degli attacchi alle chiese cristiane di Boko Haram. Matteo Salvini è intervenuto sulla vicenda, condannando l'episodio con un post sulla sua pagina Facebook. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un colpo mortale a Fiorella e 4 fendenti al marito: il killer aveva già provato ad entrare

  • Parcheggia lo scooter e si lancia sotto il treno: tragedia sui binari

  • Choc in spiaggia, prende a pugni una donna e scappa: nella fuga perde i documenti

  • Il killer della porta accanto piantonato in ospedale, aggredì anche un uomo a sprangate

  • Schianto sulla strada per Portonovo, auto contro scooter: grave una donna

  • Entra in casa di una coppia di anziani, prima ammazza lei e poi si scaglia contro il marito

Torna su
AnconaToday è in caricamento