Ubriaco e sotto effetto di sostanze, sviene e cade fuori dal party

Sul posto le Volanti della polizia, il 118 e la Croce Rossa per soccorrere il giovane

Foto di repertorio

Un ragazzo a terra, incosciente e con il volto coperto di sangue, nel buio della notte. Una scena da brividi che ha aperto diversi scenari: un incidente stradale? Un’aggressione? Una rapina finita male? Il “giallo” è stato risolto solo nella tarda mattinata di oggi. Quel ragazzo ritrovato la notte scorsa steso sull’asfalto, privo di sensi, lungo la discesa che dal sovrappasso pedonale dell’università di Monte Dago porta in via Tavernelle, era in realtà caduto da solo e aveva battuto violentemente la testa mentre andava al party universitario in programma alla Facoltà di Ingegneria.

Aveva bevuto e assunto sostanze stupefacenti: è stato lui stesso a confermarlo ai poliziotti, quando ha cominciato a riprendersi all’ospedale dove ancora è ricoverato. Ha perso l’equilibrio, è inciampato ed è svenuto dopo essersi procurato la frattura dello zigomo. Risolto anche il mistero della sua identità, visto che non aveva documenti con sé: è uno studente universitario di 22 anni, pugliese di San Severo. Ora è fuori pericolo.

A dare l’allarme, attorno a mezzanotte e mezza, sono stati alcuni universitari diretti alla festa di Monte Dago. Hanno trovato il loro coetaneo rannicchiato in un angolo, qualcuno lo conosceva e ha chiamato il 113. Sul posto sono intervenute le Volanti insieme all’automedica del 118 e alla Croce Rossa. Subito scartata l’ipotesi di un incidente, sembrava plausibile quella di un’aggressione. Ma è stato proprio il giovane ad escluderla, una volta che si è ripreso all’ospedale, dov’è stato perfino sedato per l’alcol e la droga che aveva in circolo. Lui stesso ha confermato ai poliziotti di aver bevuto e “fumato” molto prima di uscire di casa per raggiungere gli amici alla festa. Per il resto, non ricorda nulla della sua notte brava e spera di dimenticarla in fretta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento