Blocca il traffico in preda a droga e alcool, poi aggredisce i carabinieri

L'uomo andava avanti e indietro sulla carreggiata, rischiando costantemente l'investimento, e quando gli automobilisti si fermavano si avvicinava loro delirando frasi sconnesse

È finito in manette con l’accusa di oltraggio a pubblico ufficiale, resistenza e violenza l’anconetano di 38 anni che sabato, sotto l’effetto di alcool e droga, si è messo in mezzo alla strada per disturbare il traffico e poi ha aggredito i carabinieri intervenuti per fermarlo.

I fatti erano cominciati nella mattinata, quando l’uomo si era piazzato in via Martiri della Resistenza e aveva cominciato a bloccare la viabilità, rimediando una denuncia a piede libero. Lo “spettacolo” si era poi replicato nel pomeriggio, nel tratto di strada che collega la galleria del Risorgimento con piazzale Europa, sempre uguale: l’uomo andava avanti e indietro sulla carreggiata, rischiando costantemente l’investimento, e quando gli automobilisti si fermavano si avvicinava loro delirando frasi sconnesse.

Quando i carabinieri sono tornati a prenderlo il 38enne si è scagliato contro di loro, prima verbalmente e poi mulinando calci e pugni. Ora è agli arresti domiciliari in attesa del verdetto del giudice.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento