Tumori, nelle Marche alleanza per l'accesso a cure ed informazione corretta

L'adesione del gruppo al Patto mette a disposizione delle Marche un patrimonio di esperienze e professionalità nel supporto ai pazienti oncologici e coinvolge la Regione nei temi dell'Accordo di legislatura 2018-23

Foto di repertorio

ANCONA - Circa 11mila nuovi casi di tumore si registrano ogni anno nelle Marche, dove nasce un'alleanza nazionale con l'obiettivo di migliorare la qualità dell'informazione e dei percorsi di cura, mettendo al centro le esigenze dei malati oncologici, l'alleanza medici-pazienti e la lotta alla disinformazione.

Il gruppo 'La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere', progetto di tutela dei diritti dei malati oncologici e onco-ematologici che coinvolge 31 associazioni in tutta Italia, ha sottoscritto ieri (giovedì) durante un evento web il 'Patto sulla buona comunicazione in oncologia', un'iniziativa promossa da specialisti della salute e giornalisti delle Marche. L'adesione del gruppo al Patto mette a disposizione delle Marche un patrimonio di esperienze e professionalità nel supporto ai pazienti oncologici e coinvolge la Regione nei temi dell'Accordo di legislatura 2018-23, un documento programmatico in 15 punti che delinea ambiti e modalità operative per ottimizzare la presa in carico e garantire la massima efficacia della cura alla persona con malattia oncologica, sposato dai rappresentanti dell'oncologia marchigiana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Riscontriamo una forte consonanza tra il nostro Accordo di legislatura e l'iniziativa della Regione Marche per la corretta informazione in oncologia: entrambi hanno come fulcro la centralità dei pazienti e delle loro esigenze, sulle quali vanno commisurati tanto gli standard dell'informazione che i percorsi di cura", commenta Annamaria Mancuso, presidente di Salute Donna Onlus e coordinatrice di 'La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere'. "Consideriamo l'iniziativa sull'informazione adottata nelle Marche un modello da applicare a livello nazionale", aggiunge. Risale a 2 anni fa - ricorda una nota - la costituzione di un tavolo tecnico composto da un panel di autorevoli esperti del mondo della comunicazione e della salute delle Marche, che ha dato vita a una Dichiarazione sulla corretta informazione con 20 raccomandazioni per siglare un'alleanza strategica fra oncologi, pazienti e media. La Dichiarazione è stata recentemente presentata al più importante congresso mondiale sui tumori, il meeting della Società americana di oncologia clinica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento