menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe online, password rubate e falsi annunci: tre le denunce

Prosegue purtroppo il fenomeno delle truffe online. Sono state tre le denunce arrivate negli uffici della Polizia negli ultimi giorni da parte delle vittime

Password rubate e falsi annunci. Sono tre le denunce arrivate negli ultimi giorni da parte delle vittime all'interno degli uffici della Polizia di Senigallia. Tre persone hanno raggiunto il Commissariato per raccontare e denunciare le truffe subite.

Il primo caso ha visto protagonista una donna che tentando di entrare nel proprio conto corrente online ha notato che le password utilizzate normalmente non funzionavano. Dopo una serie di modifiche la vittima si è accorta che dal proprio conto mancavano circa 3mila euro, per movimenti che non aveva mai effettuato. Gli agenti hanno avviato le indagini risalendo all'autrice della truffa, una 47enne napoletana, la quale era riuscita a clonare le credenziali d'accesso. 

Un secondo caso ha riguardato invece gli acquisti online. Vittima un senigalliese di mezza età che cercando un appartamento si era imbattuto in uno stabile in vendita nel lungomare Alighieri. Dopo aver contattato il venditore e versato una caparra di 300 euro per l'affitto della struttura i due si sarebbero dovuti incontrare per scambiarsi le chiavi. Incontro mai avvenuto visto che il venditore è letteralmente scomparso non rispondendo più alle sollecitazioni. Immaginando il raggiro l'uomo è andato all'indirizzo indicato dell'appartamento scoprendo suo malgrado che nella zona non esisteva nessuna casa in affitto ma solamente un esercizio commerciale. I poliziotti hanno avviato le indagini riuscendo a rintracciare l'autore della truffa, un 30enne napoletano, già conosciuto alle forze dell'ordine per reati simili. 

Nel terzo caso protagonista un giovane di Senigallia  che dopo aver acquistato un collare satellitare per animali. Dopo uno scambio di mail con il venditore il ragazzo ha versato l'intero prezzo dell'oggetto, pari a circa 300 euro. A quel punto come nella precedente truffa, nonostante le sollecitazioni, il venditore è scomparso omettendo la consegna del prodotto. Le indagini della Polizia hanno permesso di risalire al responsabile, un cittadino originario della Romania, che negli ultimi tre anni era già stato denunciato per circa 25 truffe organizzate in tutto il Paese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento