Cronaca Osimo

«Suo marito è nei guai, servono 8mila euro». Finto maresciallo colto in flagrante ed arrestato

La vittima contattata telefonicamente dal truffatore che richiedeva denaro per sistemare una vicenda legata ad un presunto incidente. Fermato un ventenne che dovrà rispondere rispondere di tentata truffa aggravata

OSIMO – La canonica telefonata “ad hoc” per generare preoccupazione, con l’altrettanto tipica richiesta di denaro per “aggiustare” una situazione delicata fatta da un sedicente graduato delle forze dell’ordine. Si è consumato ad Osimo l’ennesimo tentativo di raggiro, sventato dalla prontezza di spirito della vittima e dal tempestivo intervento dei carabinieri, che hanno colto in flagranza di reato un ventenne, originario della Campania.

Qualche giorno fa una donna, nel primo pomeriggio, aveva ricevuto una telefonata con cui un finto maresciallo dell'Arma le dava notizia di un incidente in cui era rimasto coinvolto suo marito, preannunciandole che sarebbe stata contattata da un avvocato e che, per evitare la querela, avrebbe dovuto pagare alla controparte ben 8mila euro. La donna, insospettitasi, pur mantenendo il contatto telefonico, attraverso la madre, è riuscita a rivolgersi ai Carabinieri della compagnia di Osimo che, in brevissimo tempo, hanno organizzato un servizio di osservazione e, dopo aver atteso l’uomo presentatosi a casa della vittima per riscuotere la somma pattuita, lo hanno tratto in arresto. Dovrà rispondere del reato di tentata truffa aggravata, mentre sono ancora in corso le indagini per dare un nome ai complici dell’arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Suo marito è nei guai, servono 8mila euro». Finto maresciallo colto in flagrante ed arrestato
AnconaToday è in caricamento