Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Il gioielliere vende orologi di lusso contraffatti, il barista serve alcolici ai minorenni: entrambi nei guai

La scoperta della truffa rientra nei controlli dell'attività della polizia eseguiti nell'anno che sta finendo. Il report completo. Beccato anche barista a servire alcol a minorenni

ANCONA – Il rappresentate lo riforniva di orologi preziosi che di prezioso però non avrebbero avuto nulla. I marchi sarebbero stati contraffatti e per questo un gioielliere del capoluogo dorico e il rappresentate di gioielli sono stati denunciati per ricettazione e vendita di oggetti con marchi contraffatti. La scoperta è stata fatta nel corso dell'anno che si sta per concludere, durante i controlli della polizia, la sezione amministrativa. Durante un servizio di prevenzione e repressione di fenomeni illeciti che hanno riguardato la movida nei fine settimana è stato denunciato anche il titolare di un pubblico esercizio, in concorso con una sua dipendente, per aver somministrato bevande alcoliche ad alcuni minorenni con età inferiore agli anni 16. Un bar che si trova nel centro di Ancona. In riferimento alle denuncie che hanno toccato sempre la sfera del penale, la polizia ha effettuato 16 denunce per la violazione delle norme in materia di armi, l'omessa la denuncia di acquisto o di cambio luogo detenzione di armi e munizioni, con segnalazioni anche di titolari di istituti di vigilanza. Segnalati all'autorità giudiziaria anche gestori di locali per aver organizzato pubblici spettacoli privi delle doverose licenze di polizia, ponendo a rischio la pubblica incolumità degli avventori.

Nel 2022 sono stati 162 gli esercizi pubblici e commerciali controllati, che hanno prodotto:12 provvedimenti cautelari emessi nei confronti dei titolari di alcuni esercizi pubblici che avevano creato allarme sociale nella cittadinanza, sia perché erano divenuti ritrovi abituali di pregiudicati, che per eventi delittuosi. E ancora 35 sanzioni amministrative elevate, 3 istituti di vigilanza controllati, con l’ausilio dell’ispettorato del lavoro e dell’Inps. 5 licenze amministrative revocate/rigettate, 26 autorizzazioni rilasciate in materia di sparo mine, gas tossici, avviso trasporto armi.
Intensa l’attività svolta in materia di armi e passaporti con un numero di accessi allo sportello al pubblico pari a 15.172. Sono state 152 le armi ritirate per rottamazione, 3 decreti di sospensione porto di fucile emessi, 36 ritiri di munizioni effettuate, 38 carte europee rilasciate/rinnovate, 28 licenze di importazione/esportazione di armi, 6 licenze di collezione armi rilasciate. Con la ripresa post pandemia della circolazione dei viaggiatori per turismo, affari, necessità familiari, sono riprese a ritmo intenso le attività connesse al rilascio di titoli per l’espatrio: 7283 i passaporti consegnati consegnati all’utenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il gioielliere vende orologi di lusso contraffatti, il barista serve alcolici ai minorenni: entrambi nei guai
AnconaToday è in caricamento