Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

"Dovete pagare 500 euro alla Finanza", la nuova truffa via mail: vittime i commercianti

Sta girando un mail truffa in cui si avvisa la vittima di un mancato pagamento alla Guardia di Finanza, debito da saldare quanto prima, paventando anche l'imminente chiusura dell'attività in caso contrario

Un uomo al pc - credit Infophoto

"La informiamo in questo modo, che nel nostro database figura con 500.00 € non pagati....Il pagamento deve essere effettuato fino a: (data futura). In caso contrario, verranno intraprese azioni per la chiusura delle attività". Recita così una mail che si starebbe diffondendo in questo periodo tramite una mail truffa che vede vittime soprattutto commercianti e imprenditori. A dare l'allerta è proprio la Guardia di Fianza che fa sapere di una nuova frode telematica che arriva via web, inviata dall’indirizzo di posta elettronica finanza@gdf.gov.it che apparentemente risulta della Guardia di Finanza, ma che in realtà cela dei truffatori che usano lo stratagemma per sottrarre somme di denaro ai destinatari. A questi ultimi verrebbe contestato il mancato pagamento di una somma di denaro (generalmente 500 euro) e viene indicato un numero di conto corrente per poter effettuare il versamento dovuto, altrimenti si rischia la chiusura dell’attività.

IL TESTO DELLA MAIL. "La informiamo in questo modo, che nel nostro database figura con 500.00 € non pagati. L'importo che è possibile depositare sul nostro conto aperto presso la Tesoreria di Poste Italiane S.P.A. Beneficiario Nome: Guardia di Finanza. Numero di conto: IT70D0760105138256256756259 SWIFT / BIC: BPPIITRRXXX. Somma totale 500.00 €. Il pagamento deve essere effettuato fino a : 28 gennaio 2016. In caso contrario, verranno intraprese azioni per la chiusura delle attività".

Le fiamme gialle fanno sapere come l’indirizzo di posta elettronica finanza@gdf.gov.it non è assolutamente un indirizzo istituzionale della Guardia di Finanza. Si tratta di un raggiro messo in atto attraverso il cosiddetto fenomeno “email spoofing” che consente l’invio di e-mail con l’indirizzo del mittente falsificato.   Dunque cosa fare se si dovesse ricevere quella mail? Ovviamente non pagare nulla e se lo avete già fatto avvisare subito il comando della Guardia di Fiananza di Ancona. E attenzione all'allegato che contiene la mail. Se ve la doveste trovare davanti, inviate una segnalazione alla mail sos@gat.gdf.it (questa sì mail vera della Finanza) oppure seguire la procedura descritta nell'allegato scaricabile a margine dell'articolo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dovete pagare 500 euro alla Finanza", la nuova truffa via mail: vittime i commercianti

AnconaToday è in caricamento