Cronaca

Patrimonio dissipato per truffare i creditori: denunciati 11 imprenditori

Le accuse, contestate dalla Guardia di Finanza, sono quelle di Bancarotta fraudolenta semplice, documentale e preferenziale, ma anche patrimoniale aggravata e continuata

Foto di repertorio

Undici imprenditori denunciati e oltre 16 milioni di euro sottratti per evitare le pretese dei creditori. Le accuse, contestate dalla Guardia di Finanza di Fermo, sono quelle di Bancarotta fraudolenta semplice, documentale e preferenziale, ma anche patrimoniale aggravata e continuata. 

Nell’occhio del ciclone sono finite le situazioni di dissesto economico e finanziario di aziende calzaturiere del fermano. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, gli imprenditori avrebbero dissipato il patrimonio societario e distrarlo dalle casse. Obiettivo? Fare in modo, dicono gli investigatori, che i fornitori si trovassero nell’impossibilità di riscuotere le somme.  In alcuni casi gli amministratori avrebbero ceduto beni aziendali del valore di migliaia di euro senza ricevere alcun corrispettivo, sottraendo così fondi, oppure, in altre occasioni, si sarebbero personalmente appropriati di decine di migliaia di euro sotto forma di rimborsi o compensi insesitenti. Alcuni documenti, secondo le ricostruzioni, sono stati distrutti per non consentire la ricostruzione del patrimonio in danno dei creditori, tra i quali anche l’Erario e l’INPS. In un episodio sembra siano state trattenute a carico dei dipendenti le ritenute fiscali e previdenziali, senza poi essere effettivamente versate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrimonio dissipato per truffare i creditori: denunciati 11 imprenditori

AnconaToday è in caricamento