Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Deriso dopo essere stato truffato dell’assicurazione dell’auto: «Adesso nemmeno il papa ti aiuta». Condannato

Un anno e mezzo all’impostore senza cuore che ha beffato un 64enne. La vittima pensava di risparmiare e ci ha rimesso 300 euro

ANCONA - L’offerta era appetitosa, 299 euro per l’assicurazione annuale scontata perché era il periodo del Covid e l’ha presa al volo. Era la metà di quello che solitamente pagava. Così ha contattato il numero di telefono della pubblicità vista su un sito online e ha seguito le procedure che l’assicuratore gli diceva di fare. Alla fine non c’era nessun affare perché dopo aver accreditato l’importo si è pure sentito deridere così: «Bravo, operazione riuscita, grazie dei soldini, adesso nemmeno il papa ti aiuta più». A rimanere truffato era stato un albanese di 64 anni residente ad Ancona. Il raggiro, commesso l'11 giugno del 2021, è costato un processo al finto assicuratore che è stato condannato lunedì ad un anno e sei mesi per truffa dal giudice Lamberto Giusti. 

Imputato un campano di 62 anni difeso dall’avvocato Nicoletta Pelinga. La vittima aveva raccontato in tribunale, in una precedente udienza del processo, come era caduto nel tranello. «Avevo visto l'offerta in un sito - aveva riferito l'albanese - per l'assicurazione dell'auto. Mi sono fidato, ho seguito quello che mi diceva di fare e con il cellulare, mentre ero al telefono fisso, ho fatto il versamento. Appena l'importo è stato accreditato mi ha risposto ridendo e dicendo grazie dei soldini ora nemmeno il papa ti aiuto più. Era tardi per tornare indietro». L’albabese aveva sporto denuncia ai carabinieri che avevano avviato una indagine rintracciando dal numero di telefono e dall’accredito fatto il presunto truffatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deriso dopo essere stato truffato dell’assicurazione dell’auto: «Adesso nemmeno il papa ti aiuta». Condannato
AnconaToday è in caricamento