Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Trofeo Tararuga: vincono bici e scooter, Gramillano al secondo posto in bus

La bici elettrica e lo scooter vincono a la competizione svoltasi questa mattina, portando a termine in soli 11 minuti il percorso da Piazza IV Novembre al binario 1 ovest della stazione ferroviaria cittadina

La bicicletta elettrica e  lo scooter vincono a pari merito il Trofeo Tartaruga svoltosi questa mattina ad Ancona, portando a termine in soli 11 minuti il percorso da Piazza IV Novembre al binario 1 ovest della stazione ferroviaria cittadina.
A salire per primi sul podio dunque, Stefano Piazzini, circolo Legambiente Pungitopo di Ancona in sella alla bicicletta elettrica e Bruno Olivi,  Movimento Difesa del Cittadino Marche,  alla guida di uno scooter. Con un timing di 16 minuti si classificano al secondo posto il Sindaco di Ancona Fiorello Gramillano, e Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche che hanno partecipato insieme alla gara a bordo di un autobus urbano.
Ultima classificata l’autovettura privata, guidata da Marcella Cuomo, Legambiente Marche, ha impiegato 17 minuti per raggiungere il traguardo.  
Questo il risultato del Trofeo Tartaruga organizzato oggi ad Ancona dal Treno Verde, la rinomata campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, realizzata con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e con il contributo di Enel Green Power.

 “La conquista del podio da parte della bicicletta nel Trofeo Tartaruga di oggi, decreta a tutti gli effetti la vittoria della mobilità sostenibile – affermano  Francesca Pulcini  e Fabio Barigelletti responsabile campagne di Legambiente Marche e presidente del Circolo Legambiente il Pungitopo di Ancona  - Un esito che, prima di tutto, ci induce a riflettere sulle poche agevolazioni di cui questo mezzo rapido, economico e pulito, gode nella nostra città.
Trofeo tartaruga-2Per favorire concretamente l’uso delle due ruote ad Ancona, bisogna garantire maggior sicurezza stradale istituendo zone a 30 km/h, parallelamente, vanno potenziate le infrastrutture a favore di ciclisti e pedoni: attualmente, nella classifica presentata nel dossier Ecosistema Urbano di Legambiente, su 44 città medie considerate, Ancona, con appena 1,65 metri di pista ciclabile ogni 100 abitanti è al 37° posto e si classifica quart’ultima per estensione di ZTL, con solo 0,2 metri quadrati disponibili per ogni 100 abitanti.  
Molto resta ancora da fare, quindi, per portare i cittadini ad orientarsi verso un utilizzo più massiccio di trasferimenti alternativi al mezzo privato, causa principale del traffico caotico di Ancona, nonché dell’elevato tasso di inquinamento".

"Per questo è necessario - continuano i due legambientini -, difendere e migliorare il trasporto pubblico locale, in tal senso, sarebbe risolutivo il pieno utilizzo della linea urbana ferroviaria, che ad oggi, risulta essere caratterizzata da un servizio frammentario e lontano dalle esigenze dei cittadini. Dopo l’inaugurazione della fermata di Ancona stadio- concludono Quarchioni e Pulcini-, che prevede un ampio parcheggio, ideale per divenire snodo centrale tra la mobilità privata e quella pubblica, chiediamo all’amministrazione di accelerare i tempi e  di favorire  un efficace sistema di  intermodalità tra trasporto su ferro e mezzi pubblici urbani”.   


La mostra a bordo del Treno Verde, che sosterà al binario 1 ovest della stazione di Ancona, è aperta il 6 aprile, dalle 8:30 alle 13.30 e dalle 16 alle 19, per tutti i cittadini. L’ingresso è gratuito.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trofeo Tararuga: vincono bici e scooter, Gramillano al secondo posto in bus

AnconaToday è in caricamento