Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Torrette / Via Lambro

Torrette: il tredicenne di via Lambro cerca il suo “angelo custode”

Il ragazzo di Torrette rimasto vittima dello scoppio del rudimentale petardo costruito con gli amici a capodanno vuole conoscere il misterioso samaritano che l'ha soccorso

I giardinetti di via Lambro, luogo dell'incidente

Vuole incontrare il suo “angelo custode”, la persona che l'ha sollevato fra le braccia e soccorso, il tredicenne che la sera di capodanno è rimasto vittima in via Lambro dell'esplosione del rudimentale “botto” costruito con gli amici, versando la polvere pirica di altri petardi dentro una bottiglia di vetro poi disgraziatamente deflagrata. Il giovane di Torrette ha perso una mano e un occhio, ma non la voglia di vivere e di ricominciare.

Affida dunque alle pagine del Corriere Adriatico il suo accorato appello: vuole rivedere lo sconosciuto dal cuore d'oro e dal sangue freddo, che non si è fatto impressionare dalle sue condizioni ma ha subito seguito l'imperativo morale di soccorrere chi si trovava in difficoltà, per poi sparire senza riscuotere il tributo di gratitudine del giovane e della famiglia.
Gli auguriamo di poterlo fare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torrette: il tredicenne di via Lambro cerca il suo “angelo custode”

AnconaToday è in caricamento